Perché c’è l’idea di un governo di scopo per gestire manovra e voto

Si fa strada l'ipotesi di un esecutivo di scopo per gestire i conti pubblici, cercando di scongiurare l'aumento Iva, e togliere a Salvini la macchina elettorale del Viminale.

10 Agosto 2019 10.02
Like me!

L’idea continua a riemergere da più parti. E cioè quella di andare al voto presto ma con il traghettamento di un governo di transizione che faccia la manovra economica. Il 10 agosto lo ha ribadito anche l’ex sindaco di Milano e attuale deputato Pd, Giuliano Pisapia, intervistato dal Corriere della Sera. Il 9 agosto ne aveva parlato il professore di Scienze politiche Giovanni Orsina con il Financial Times. Due fondamentali ragioni per proporre questa soluzione: serve un esecutivo, ha spiegato Pisapia, «che prepari le elezioni e s’incarichi di raddrizzare la barra economica salvandoci dal baratro».

I CONTI PUBBLICI DA FAR TORNARE E IL VIMINALE DA CONTROLLARE

Dunque, manovra economica e gestione delle elezioni. E la prima è importante, con la necessità di scongiurare l’aumento Iva e promesse di taglio delle tasse che hanno fatto lievitare i conti di miliardi e miliardi, ma anche la seconda non è da sottovalutare. Al quotidiano finanziario Financial Times Orsina aveva spiegato che dato che «a organizzare le elezioni è il ministro degli Interni, di cui è capo Salvini, il presidente della repubblica potrebbe decidere che non è giusto che sia questo governo a gestire il voto». Il problema è trovare una maggioranza disposta a sostenerlo. Ma il parlamento italiano può riservare sorprese. E lo sa anche Matteo Salvini.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI

Commenti: 1

  1. sarebbe la soluzione più logica …spero solo che Zingaretti non faccia i suoi calcoli di bottega (…da ditta) e che non ostacoli possibili intese se ci saranno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *