Crosetto vive gratis nell’attico di un imprenditore amico: «Non pago l’affitto perché ci sono lavori»

Redazione
19/12/2023

Dopo l'attacco del Fatto, il ministro ha pubblicato le foto della ristrutturazione. Versione confermata da Carmine Saladino proprietario dell'immobile.

Crosetto vive gratis nell’attico di un imprenditore amico: «Non pago l’affitto perché ci sono lavori»

Botta e risposta tra il ministro della Difesa Guido Crosetto e il Fatto Quotidiano. Secondo il giornale, infatti, Crosetto abita in un superattico da 220 metri quadri a Roma, anzi a pochi passi dal Vaticano. Nulla di strano, se non fosse che per quell’appartamento il ministro starebbe pagando ormai da settimane zero euro. La casa è di proprietà dell’imprenditore della cybersecurity Carmine Saladino, che ha confermato la gratuità attuale spiegando che è scattata a causa di alcuni lavori di ristrutturazione ancora da completare. E lo stesso Crosetto lo ha ribadito al Fatto Quotidiano: «Non pago l’affitto perché ci sono lavori in corso».

Crosetto vive gratis nell'attico di un amico, ecco perché «Non pago l'affitto perché ci sono lavori»
Il ministro Crosetto durante un evento ad Atreju (Imagoeconomica).

Saladino: «I tempi si sono allungati, gli sto creando un disagio»

Il giornale ha sentito anche il proprietario della casa. Saladino ha confermato la versione del ministro: «Il contratto è stato fatto a novembre con la speranza di finire i lavori entro l’anno. Purtroppo i tempi si sono allungati e sto creando disagio a un amico». E viene sottolineato che l’imprenditore è socio e presidente del cda di Maticmind. Si tratta di un gruppo con un fatturato nel 2022 di 409 milioni di euro, derivanti anche da appalti pubblici. In passato ne ha avuti alcuni riguardanti il ministero della Difesa.

Crosetto su X attacca e mostra le foto: «Mi sono stufato»

Il ministro della Difesa Guido Crosetto, intanto, ha respinto le critiche. Su X ha pubblicato un post con scritto: «Mi disgusta doverlo fare ma mi sono stufato. “Come mai si è trasferito da 2 mesi in un appartamento (non utilizzando l’alloggio di servizio a disposizione, gratuitamente, alla difesa) e pagherà da gennaio?” Semplicemente perché i lavori (a carico a locatore) sono a questo punto». E ha aggiunto le foto in cui si vede lo stato dell’arte, tra scale, attrezzi, secchi e muri da rifinire. In un commento poi ha scritto: «Queste foto, odierne, penso spieghino perché, come qualunque inquilino, io sia un po’ irritato. Da Ministro mi comporto come mi comporterei da cittadino: cerco di rispettare i miei doveri e difendere i miei diritti. PS grazie per aver resa pubblica la mia residenza».