David Bowie, Parigi intitola una strada alla leggenda del rock

Redazione
09/01/2024

Lunga circa 50 metri, si trova vicino alla stazione di Austerlirz, nel 13esimo arrondissement della capitale. È la prima al mondo a onorare il Duca Bianco, che scelse la Francia per la sua prima esibizione all’estero. E ad aprile arriva un album con quattro registrazioni inedite.

David Bowie, Parigi intitola una strada alla leggenda del rock

Inaugurata la prima strada al mondo dedicata a David Bowie. Parigi ha infatti deciso di intitolare una piccola via del 13esimo arrondissement, sulla rive gauche a Sud-est della città, al Duca Bianco lunedì 8 gennaio, giorno in cui avrebbe compiuto 77 anni. Lunga appena 50 metri, si trova vicino alla stazione di Austerlitz e inizia al numero 61 di Avenue Pierre Mende’s France tra due moderni edifici che ospitano, fra le altre, le redazioni di Le Monde e L’Obs. Entusiasta la sindaca Anne Hidalgo, che ha annunciato l’inaugurazione con un post sul suo profilo Instagram. «Parigi immortala David Bowie», ha scritto la prima cittadina. «Rendiamo omaggio a questo artista unico iscrivendo il suo nome nel cuore del nostro 13esimo arrondissement». Ha concluso il post con «Let’s Dance», titolo di una delle canzoni più famose di Ziggy Stardust.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Anne Hidalgo (@annehidalgo)

A Parigi la prima strada dedicata a David Bowie: la gioia dei fan

Entusiasti anche i fan che hanno partecipato all’inaugurazione. «Ho le lacrime agli occhi», ha spiegato alla Cnn una donna di nome Karine. «Sono una sua fan da 30 anni ed è davvero commovente vedere che una strada porti il suo nome. Spero che aprano presto degli alloggi, così da poter vivere in Rue David Bowie». In occasione dei 77 anni dalla nascita e dell’ottavo anniversario dalla scomparsa – l’artista morì a 69 anni il 10 gennaio 2016 – Parigi ha organizzato una mostra dedicata al Duca Bianco. Realizzata sempre nel 13esimo arrondissement, presenta una serie di scatti del fotografo Geoff MacCormack nonché opere del pittore George Underwood, entrambi legati all’artista da un lungo rapporto di amicizia.

Parigi ha dedicato una strada a David Bowie nel 13esimo arrondissement. E il 20 aprile esce una raccolta con quattro registrazioni inedite.
La targhetta della strada dedicata a Bowie (Hidalgo, Instagram).

Sebbene Parigi abbia avuto, nella vita di David Bowie, un ruolo minore rispetto a Londra, Los Angeles e Berlino, è certo che il Duca Bianco sentisse un legame forte con la città. «Gli piacque davvero», ha detto Jean, giornalista che afferma di aver conosciuto da vicino il rocker britannico. «Conosceva tutti i grandi scrittori francesi, i filosofi e tutto il resto. Si sentiva davvero a casa qui». D’altronde, Ziggy Stardust scelse la capitale francese nel 1965 per la sua prima esibizione al di fuori del Regno Unito. Vicino alla Senna, inoltre, si racconta che l’artista abbia chiesto la mano di sua moglie Iman negli Anni 90 durante una crociera sul fiume.

In arrivo una nuova raccolta musicale dell’era di Ziggy Stardust

Annunciato anche un nuovo disco, disponibile in tiratura limitata dal 20 aprile in occasione del Record Store Day 2024, giornata che celebra i negozi di dischi in tutto il mondo. La raccolta si chiamerà Waiting In The Sky (Before The Starman Came To Earth) e conterrà tutte le registrazioni ai Trident Studios di Londra del 15 dicembre 1971 che diedero poi vita all’album The Rise And Fall Of Ziggy Stardust And The Spiders From Mars. Soprattutto però saranno presenti ben quattro incisioni inedite, tra cui una cover di Round and Round di Chuck Berry. Spazio anche per Amsterdam, Holy Holy e Velvet Goldmine. Si tratta di canzoni che non finirono nel disco, ma uscirono solamente come singoli grazie a nastri successivi risalenti al 1972 e al 1975.