David di Donatello, nasce la nuova categoria Miglior Casting

Redazione
13/10/2023

Il riconoscimento sarà assegnato a partire dalla 70ª edizione del premio, nel 2025. Concorreranno tutti i film italiani distribuiti nelle sale cinematografiche dal 1º gennaio al 31 dicembre 2024.

David di Donatello, nasce la nuova categoria Miglior Casting

L’Accademia del Cinema Italiano ha istituito il Premio David Miglior Casting, nuova categoria che intende riconoscere l’importanza della professione di casting director. Lo ha annunciato Piera Detassis, presidente e direttrice artistica dell’Accademia del Cinema Italiano – Premi David di Donatello, in accordo con il Consiglio direttivo composto da Francesco Giambrone, Francesco Rutelli, Nicola Borrelli, Francesca Cima, Edoardo De Angelis, Domenico Dinoia, Valeria Golino, Giancarlo Leone, Luigi Lonigro, Mario Lorini e Francesco Ranieri Martinotti. Il riconoscimento sarà assegnato al Miglior casting a partire dalla 70ª edizione del David, nel 2025, un traguardo significativo per il premio. Nella nuova categoria concorreranno tutti i film italiani distribuiti nelle sale cinematografiche dal 1º gennaio al 31 dicembre 2024. Con il riconoscimento al Miglior Casting salgono a 22 le categorie del Premio riservate ai lungometraggi italiani.

«Il lavoro di casting contribuisce in maniera importante alla costruzione del film»

«In un’industria in piena evoluzione ed effervescenza il lavoro di casting contribuisce in maniera importante alla costruzione del film e alla creazione di un nuovo immaginario supportando il regista, i produttori e gli stessi attori nella creazione dei personaggi», ha affermato Piera Detassis. Secondo la direttrice artistica, la figura del casting director «suggerisce collaborazioni inaspettate e contribuisce alla scoperta di nuovi interpreti. In considerazione di questo peculiare contributo, il Consiglio direttivo dell’Accademia ha stabilito di riconoscere la figura professionale del casting director al pari degli altri capireparto già premiati con il David di Donatello, proseguendo nel percorso di innovazione per promuovere sempre più, e meglio, il cinema italiano».