Davide Minuzzo, manager di Luxottica, è campione del mondo di culturismo naturale

Redazione
10/11/2023

Il bellunese è diventato l’atleta più titolato al mondo di Inba, vincendo sette medaglie a Los Angeles. L'infanzia coi nonni, le malattie in famiglia e la palestra come «risposta al male».

Davide Minuzzo, manager di Luxottica, è campione del mondo di culturismo naturale

Davide Minuzzo, 49 anni e manager di EssilorLuxottica negli Stati Uniti, è stato di recente incoronato pluricampione del mondo di culturismo naturale, ovvero senza fare uso di sostanze anabolizzanti.

Le difficoltà prima di diventare campione

Minuzzo è originario di Sottocastello, piccola frazione in provincia di Belluno, e in un’intervista al Corriere del Veneto ha raccontato alcuni dei momenti decisivi della sua vita. Il neo campione ha raccontato di essere stato «abbandonato» dai genitori quando era piccolo. «Mi hanno lasciato con i nonni. Ma entrambi sono morti presto, sono rimasto solo e a 17 anni ho dovuto interrompere gli studi per andare a lavorare come operaio in una fabbrica del Cadore», ha raccontato. La notizia della malattia del padre e di una zia che, colpiti da una grave forma di diabete «hanno subito importanti amputazioni», hanno spinto Minuzzo a sognare una vita diversa. «Mi sono detto: devo fare una vita sana e diventare uno sportivo. Ma per quanto fossi in montagna, i nonni non potevano permettersi di farmi sciare e così l’unica strada alla mia portata era la palestra».

Il sogno di partecipare a una gara in America a 50 anni

A 28 anni il bellunese si è trasferito per lavoro a Hong Kong, poi è arrivata la chiamata da EssilorLuxottica e il trasferimento in Cina, poi a Dubai e infine a New York. Nonostante la vita frenetica, non ha mai abbandonato il culturismo. «Negli Anni 90 gli Stati Uniti erano un mito per chi praticava il culturismo e così è scattato un secondo obiettivo: partecipare a una gara in America a 50 anni». Così, prima di compiere 50 anni, ha iniziato a gareggiare ed è diventato «nutrizionista, mental coach e preparatore atletico» per diventare competitivo. Passo dopo passo, a novembre 2023 a Los Angeles è stato incoronato campione mondiale vincendo sette medaglie, quattro di categoria e tre primi posti over 35, diventando così l’atleta più titolato al mondo di culturismo naturale.