De Girolamo a difesa di Giambruno sulle molestie, il video che fa discutere

Redazione
26/10/2023

Nel corso del talk show Avanti Popolo, la conduttrice ha minimizzato quanto mostrato nei fuorionda di Diario del giorno. E a inizio puntata aveva elogiato Meloni, che «ci ha messo la faccia», con un monologo di tre minuti.

De Girolamo a difesa di Giambruno sulle molestie, il video che fa discutere

Nel corso della terza puntata di Avanti Popolo, Nunzia De Girolamo si è prodotta prima in un lungo monologo-elogio della presidente del Consiglio Giorgia Meloni, «che avrebbe potuto risolvere le cose nel segreto di casa sua», e poi nella strenua difesa dell’ormai ex compagno della premier, Andrea Giambruno, sostenendo che nel corso dei fuorionda di Diario del giorno, mostrati da Striscia la Notizia, non c’è stata alcuna molestia da parte del (anche in questo caso ex) conduttore.

Avanti Popolo, De Girolamo difende Giambruno sulle molestie: il video che fa discutere. A inizio puntata aveva elogiato Meloni.
Nunzia De Girolamo (Imagoeconomica).

LEGGI ANCHE: Francesca Pascale e le insinuazioni su Andrea Giambruno

Su Giambruno: «Ha sbagliato, però parlare di molestie mi pare eccessivo»

Nel corso del talk show a tema politico di Rai 3, De Girolamo è stata protagonista di uno scambio di vedute con una ragazza del pubblico che, sul caso Giambruno-Meloni, ha parlato di «tragedia» per le «le donne che sono state molestate sul luogo di lavoro». Interrompendola, la conduttrice ha chiesto alla giovane di quale molestia stesse parlando. «Quando un uomo ti guarda e ti dice: “posso toccarmi il pacco?” oppure “vieni che facciamo i threesome” si chiama molestia verbale», la risposta. Schierandosi dalla parte di Giambruno, De Girolamo ha ribattuto: «Non mi pare ci sia stata una giornalista che abbia detto di essere stata molestata». A quel punto la ragazza ha sbottato: «Ma le immagini le hai viste?». E la conduttrice, cercando di gettare acqua sul fuoco, ha chiuso: «Lascia stare le immagini. Un fuorionda di gioco, ha sbagliato sicuramente atteggiamento e tutto quello che volete però parlare di molestie mi pare eccessivo».

L’elogio della premier: «Avrebbe potuto far finta di niente e andare avanti»

«In questi giorni una notizia privata è diventa una notizia pubblica, un affare di Stato. Il nostro presidente del Consiglio Giorgia Meloni ha annunciato pubblicamente la fine della sua relazione con Andrea Giambruno, giornalista e conduttore televisivo». Così De Girolamo aveva aperto la terza puntata di Avanti Popolo, dando il via a un monologo di circa tre minuti a sostegno della premier, dal tono molto serio. «Avrebbe potuto stare zitta, avrebbe potuto invocare riservatezza e privacy. Avrebbe potuto far finta di niente e andare avanti, avrebbe soprattutto potuto risolvere le cose nel segreto di casa sua», ha proseguito. E poi: «Invece no, ha scritto sui social e ha dimostrato che quando si entra nella casa degli italiani tutti i giorni, occupandosi dei loro problemi, ansia e preoccupazioni, si può fare una cosa sola: metterci la faccia».

LEGGI ANCHE: Perché quello di Meloni e Mediaset su Giambruno è un delitto perfetto

Il flop di Avanti Popolo: il talk show sarebbe già a rischio chiusura

Molti hanno visto nel lungo elogio un tentativo, da parte di De Girolamo, di salvare il suo talk show, che si sta rivelando un flop. Avanti Popolo aveva esordito con 574 mila spettatori per il 3,6 per cento di share. Nella seconda puntata, nonostante l’ospitata di Fabrizio Corona, che si diceva pronto a fare nuove rivelazioni sul caso scommesse, il programma si è fermato al 4,3 per cento. La terza puntata è andata ancora peggio: appena il 2,6 per cento di share. Circolano voci su una possibile chiusura anticipata del talk show, forse in occasione della pausa natalizia.

LEGGI ANCHE: Giambruno all’Oriocenter e la passione per la destra per i centri commerciali