De Magistris: «Non scalzo Di Pietro»

Redazione
27/12/2010

«Il mio non è un attacco personale a Di Pietro e neanche una corsa alla leadership del partito: tuttavia la...

«Il mio non è un attacco personale a Di Pietro e neanche una corsa alla leadership del partito: tuttavia la questione morale all’interno dell’Idv rimane ed è pesante come un macigno. Anche perché, è amaro dirlo, sono tre dei nostri deputati, eletti con una lista più antiberlusconiana che non si può, a tenere in vita il governo… È davvero sconcertante doverlo ammettere».
Dopo la lettera che mette sotto accusa l’ex magistrato di Mani pulite (leggi l’articolo) e la scelta degli esponenti di partito, l’eurodeputato dipietrista Luigi De Magistris è intervenuto. In un’intervista a Repubblica ha detto: «La leadership di Di Pietro non è mai stata messa in discussione. La questione non si pone né ora né al congresso». Il problema, per l’eurodeputato è «far crescere di qualità l’Idv. Non mi interessa un partito gerarchico al 4 o 5%».
Gli ha risposto, sempre sulle pagine del quotidiano di Largo Fochetti, il capogruppo dipietrista, Massimo Donadi, per il quale l’errore di De Magistris è «lasciar intendere che solo lui lavora per una politica pulita, mentre gli altri no». L’eurodeputato quindi «sale in cattedra periodicamente per dire che quello che fa lui è bello e buono mentre la politica degli altri è sporca».