Nuovo record del debito pubblico: a giugno superati i 2.386 miliardi

Secondo il rapporto della Banca d'Italia è stato superato il tetto raggiungo in aprile quando erano stati toccati i 2.373,3 miliardi. Crescono anche le entrate tributarie. I numeri.

14 Agosto 2019 11.21
Like me!

Nuovo record del debito pubblico italiano: a giugno il passivo delle amministrazioni pubbliche «è aumentato di 21,5 miliardi rispetto al mese precedente, risultando pari a 2.386,2 miliardi», un livello mai toccato prima che supera il record di aprile (2.373,3 miliardi). Lo ha scritto nero su bianco la Banca d’Italia nel rapporto Finanza pubblica: fabbisogno e debito. Il debito delle amministrazioni centrali è aumentato di 22,6 miliardi, quello delle amministrazioni locali si è ridotto invece di 1,1 miliardi.

IN SEI MESI ENTRATE RIBUTARIE A 189,3 MILIARDI

Nei primi sei mesi del 2019 le entrate tributarie sono state pari a 189,3 miliardi, in aumento dell’1,2% (2,2 miliardi) rispetto al corrispondente periodo del 2018. «Al netto di alcune disomogeneità contabili, si può stimare che la dinamica delle entrate tributarie sia stata più favorevole», scrive ancora Palazzo Koch nel suo rapporto. Nel solo mese di giugno, le entrate tributarie contabilizzate nel bilancio dello Stato sono state pari a 32,7 miliardi, in aumento del 2,4% (0,8 miliardi) rispetto allo stesso mese del 2018.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *