Via libera al decreto per i rimborsi ai truffati delle banche

Via libera al decreto per i rimborsi ai truffati delle banche

Il ministro Tria ha firmato al provvedimento di indennizzo per i risparmiatori coinvolti nelle crisi bancarie. Entro 20 giorni al via la piattaforma del Consap con tutti i dettagli per chiedere l'accesso al fondo.

10 Maggio 2019 19.09

Like me!

Al via i rimborsi per i risparmiatori coinvolti nelle crisi bancarie, dalle due venete alle quattro banche andate in risoluzione. Il ministro dell'Economia Giovanni Tria, secondo l'annuncio del sottosegretario M5s Alessio Villarosa, ha firmato il decreto che rende operativo il Fondo per l'indennizzo dei risparmiatori creato con l'ultima manovra, che ha a disposizione un miliardo e mezzo in tre anni.

PIATTAFORMA WEB PRONTA IN 20 GIORNI

Sarà la Consap, entro 20 giorni dalla pubblicazione del decreto in Gazzetta Ufficiale, a mettere a punto una piattaforma web apposita, dove si potranno trovare tutte le informazioni al riguardo, a partire dalla documentazione da raccogliere e dalle modalità per fare la domanda di indennizzo. A vagliare le domande sarà poi una commissione tecnica che sarà formata, ha spiegato sempre Villarosa, «da esponenti di qualificata esperienza accademica o di patrocinio legale, o che abbiano svolto funzioni giurisdizionali ovvero decisionali presso organismi di composizione o risoluzione delle controversie». L'obiettivo sarà quello di dare corso ai pagamenti «con la massima celerità», anche «attraverso la predisposizione di piani di riparto parziale delle risorse disponibili» ma «fino al loro esaurimento».

STABILITE ANCHE LE VIOLAZIONI CHE DANNO DIRITTO AI RIMBORSI

Indicate anche alcune delle tipologie di "violazioni massive" che daranno diritto ai rimborsi, automatici per chi ha un reddito entro i 35mila euro o un patrimonio mobiliare, esclusi bond e azioni oggetto del rimborso, entro 100mila euro: si va dalla vendita o collocamento senza essersi prima assicurati che l'acquirente avesse piena consapevolezza e un profilo adeguato al profilo di rischio, alla messa in atto di strategie di vendita «connesse all'erogazione di finanziamenti o altre forme di credito».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *