Chi è Diodato, ospite della serata duetti a Sanremo 2019

Chi è Diodato, ospite della serata duetti a Sanremo 2019

08 Febbraio 2019 19.58
Like me!

A Sanremo 2019 Ghemon corre con la canzone Rose Viola, scritta in collaborazione con il produttore di musica hip hop Zef e nella serata dedicata ai Duetti è accompagnato dai Calibro35 e da Diodato.

LEGGI ANCHE: Tutti i cantanti in gara a Sanremo

Andiamo a scoprire nel dettaglio chi è quest’ultimo.

LA BIOGRAFIA E LA CARRIERA DI DIODATO

Antonio Diodato è nato ad Aosta il 30 agosto 1981. Di origini pugliesi è cresciuto a Taranto e poi si è trasferito stabilmente a Roma dove si è laureato al Dams in cinema. Da sempre appassionato di musica, fin da bambino ha suonato chitarra e violino. Nel 2007, ha pubblicato un EP autoprodotto, mentre nel 2010 incide il primo singolo: Ancora un brivido. Poco dopo arriva la prima vera offerta discografica e nel 2013 esce il disco E forse sono pazzo che ottiene un buon successo di critica.

LEGGI ANCHE: Le pagelle dei testi in gara a Sanremo 2019

Il primo maggio di quello stesso anno si esibisce al "contro-concerto" di Taranto. Nel 2014 la prima partecipazione a Sanremo tra le nuove proposte con il brano Babilonia che ottiene il secondo posto, dietro Rocco Hunt ottenendo però il premio della giuria di qualità. Diodato torna a Sanremo nel 2018 con la canzone Adesso, interpretata con Roy Paci, e si classifica all'ottavo posto.

LA VITA PRIVATA DI DIODATO

Diodato è un artista molto riservato e, per questo, si sa ben poco sulla sua vita privata. In passato si è parlato di una sua presunta relazione con il giudice di X Factor Levante. Lui stesso, a tal proposito, aveva dichiarato a Gay.it: «​Certe cose andrebbero vissute nella vita reale e non in quella mediatica, piuttosto che in quella ‘social’. Perché dover condividere sempre tutto? Si chiama vita privata e in quanto tale vorrei che tutto restasse così. Privato. Mio. Nostro. Con questo, naturalmente, non sto confermando nulla».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *