«Documenti autentici su Montecarlo»

Redazione
03/02/2011

«La conferma dell’autenticità» dei documenti sulla casa di An «ha potuto eliminare i sospetti, i dubbi su qualsiasi interferenza negativa...

«Documenti autentici su Montecarlo»

«La conferma dell’autenticità» dei documenti sulla casa di
An «ha potuto eliminare i sospetti, i dubbi su qualsiasi
interferenza negativa o addirittura su una manipolazione che
dichiarazioni politiche e indicazioni giornalistiche avevano
fatto sorgere». Lo ha assicurato il Ministro degli Esteri Franco
Frattini, rispondendo ad un’interpellanza in aula alla
Camera, spiegando le ragioni del suo intervento.
Da ricordare che il ministro è stato denunciato, in seguito al
suo intervento sul caso svolto in aula al Senato, per abuso di
atti d’ufficio da un militante di Fli e che gli atti sono ora
all’esame del Tribunale dei Ministri.
Secondo Italo Bocchino, capogruppo di Fli, nella replica alla
Camera, con la risposta data alla Camera il ministro degli Esteri
Franco Frattini «si è detto reo confesso, come complice di
un’azione di dossieraggio». «Ha dimostrato di essere reo
confesso» ha aggiunto «ha violato il galateo istituzionale, ha
messo la Farnesina a disposizione di una strategia contro al
terza carica dello Stato, piegando a questa logica i mezzi della
diplomazia italiana».