Dodici arresti in Francia

Redazione
05/10/2010

Due giorni dopo l’allarme terrorismo in Europa, lanciato dal Dipartimento di Stato americano, la polizia parigina è entrata in azione...

Dodici arresti in Francia

Due giorni dopo l’allarme terrorismo in Europa, lanciato dal Dipartimento di Stato americano, la polizia parigina è entrata in azione con due operazioni che hanno portato all’arresto di 12 persone.
Tre uomini, di cui non si conoscono né il nome né la nazionalità, sono stati fermati a Marsiglia e Bordeaux. Il sospetto è che siano legati a Ryad Hannouni, il 28enne franco-algerino ricercato dalle autorità francesi nel quadro di una indagine sui gruppi terroristici afghano-pachistani e arrestato a Napoli sabato scorso.
I loro nomi e recapiti erano stati trovati nel computer e negli appunti di Hannouni, riferiscono voci interne all’inchiesta. I tre sono sospettati di far parte di una cellula logistica che avrebbe procurato alloggio e documenti falsi ai terroristi che volevano entrare in Francia, secondo quanto riferito dall’emittente TF1.
Le nove persone arrestate tra Marsiglia e Avignone, invece, fanno parte di un presunto gruppo di fondamentalisti islamici. In questo caso, non ci sarebbero collegamenti con l’arresto di Napoli. Nel corso dell’indagine, svolta dalla Sat, la Sottodirezione antiterroristica della Direzione centrale della polizia giudiziaria di Parigi, sono state sequestrate anche armi.