Cosa si sa di Domani, il nuovo giornale di De Benedetti

Redazione
04/05/2020

L'Ingegnere, 85 anni, lancia un nuovo progetto editoriale. Il quotidiano, su carta e su web, sarà fatto da giovani. A partire dal direttore Stefano Feltri, 35 anni. E avrà qualche firma storica di Repubblica.

Cosa si sa di Domani, il nuovo giornale di De Benedetti

Il domani, inteso come fase 2 e poi 3 della lotta al coronavirus, è pieno di incertezze. Ma una certezza c’è, ed è Domani, inteso come il nuovo quotidiano di Carlo De Benedetti. L’Ingegnere sarà l’unico azionista di una creatura che vuole prendersi lo spazio editoriale potenzialmente libero a sinistra dopo la rivoluzione a la Repubblica sotto la proprietà Elkann.

NIENTE VERDELLI NÉ LERNER ALLA GUIDA

Sarà un giornale su carta e su web fatto da giovani, a partire dal direttore che ha 35 anni: Stefano Feltri, vicedirettore de Il Fatto Quotidiano. Niente Carlo VerdelliGad Lerner alla guida, quindi.

FIRME STORICHE DA REPUBBLICA

Nel nuovo quotidiano potrebbero confluire diverse firme storiche proprio di Repubblica. Per De Benedetti, 85 anni, un’altra coraggiosa sfida in un settore in crisi come quello dell’editoria e in un momento economicamente drammatico per via della pandemia di Covid-19.