Dombrovskis: «L’Italia non è in linea con le raccomandazioni Ue»

Per il vicepresidente della Commissione europea il governo Meloni non ha tenuto conto di quanto raccomandato dal Consiglio ue in materia di conti pubblici. E sul Mes: «Deve decidere il Parlamento italiano».

Dombrovskis: «L’Italia non è in linea con le raccomandazioni Ue»

Il vicepresidente della Commissione europea, Valdis Dombrovskis, ospite di Sky Tg24, ha sottolineato che l’Italia, così come altri paesi Ue, presenta un piano di bilancio 2024 non in linea con le raccomandazioni fatte dall’Unione europea. Per questo, la Commissione ha chiesto all’Italia di rimettere mano ai propri conti pubblici per conformarli a quando deciso a livello continentale. L’alto esponente europeo si è poi soffermato anche su un altro tema molto discusso in Italia, ovvero il Mes, dicendo che la decisione spetterà al Parlamento italiano.

Dombrovskis sui piani di bilancio 2024

«Poco tempo fa», ha detto Dombrovskis, «è stata fatta questa valutazione da parte della Commissione (sui piani di bilancio 2024 dei Paesi membri, ndr), anche sul budget italiano che non sembra essere in linea con le raccomandazioni del Consiglio Ue. Questo vale anche per altri Paesi», ha aggiunto il vicepresidente della Commissione europea. «Abbiamo chiesto all’Italia di intraprendere deviazioni e di rimettere in linea i conti pubblici con le nostre raccomandazioni».

Valdis Dombrovskis
Valdis Dombrovskis (Imagoeconomica).

«Il Mes? Decida il Parlamento italiano»

Dombrovskis ha risposto poi anche alle domande sul Mes, Meccanismo europeo di stabilità, sottolineando che la ratifica non spetta a lui, ma al Parlamento italiano. «Speriamo di poterli vedere quanto prima (dei passi in avanti sul Mes, ndr), non ricopro la posizione giusta per poter parlare sull’Italia e di cosa deciderà il Parlamento, ma sarò in contatto con il governo e discuteremo dei prossimi passi insieme».