Due colpi alla camorra, 16 arresti

Redazione
21/12/2010

Tentate estorsioni continuate e aggravate dal metodo mafioso. Queste le accuse con cui sono state arrestate, il 21 dicembre 2010,...

Due colpi alla camorra, 16 arresti

Tentate estorsioni continuate e aggravate dal metodo mafioso. Queste le accuse con cui sono state arrestate, il 21 dicembre 2010, otto persone ritenute affiliate al clan dei Casalesi e, in particolare, alla fazione capeggiata da Nicola Schiavone, figlio di Francesco, detto “Sandokan”.
Gli arresti sono stati compiuti dai carabinieri del nucleo territoriale di Aversa, in provincia di Caserta, e coordinate dalla Direzione distrettuale antimafia (Dda) di Napoli. Le vittime degli estorsori sarebbero imprenditori e commercianti del casertano, alcuni dei quali avrebbero ricevuto percosse e minacce per essersi rifiutati di pagare la “rata di Natale” del pizzo. Le altre due che compongono l’esborso annuale sono richieste a Pasqua e Ferragosto.

Otto arresti anche nel clan Di Lauro

Nel frattempo è in corso un’altra operazione coordinata dalla Dda di Napoli, che ha portato finora all’arresto di otto esponenti di spicco del clan camorristico Di Lauro. Gli esponenti di vertice del clan operante nell’area Nord del capoluogo campano sono accusati, a vario titolo, di associazione per delinquere di tipo mafioso, detenzione, spaccio e traffico di stupefacenti e detenzione e porto abusivo di armi da fuoco aggravati dal metodo mafioso.