Due cuori, due capanne e due Ici

Due cuori, due capanne e due Ici

27 Gennaio 2012 06.00
Like me!

I comuni (Bologna in primis) non ammettono che marito e moglie
non separati abbiano residenze distinte (anche se nello stesso
stabile) e quindi impongono di pagare l’ Ici su seconda casa
a uno dei due coniugi.
Vi sono anche casi di appartamenti adiacenti che formano un
blocco unico pur essendo catastalmente distinti. 
Con questa imposizione, che deriva da giurisprudenza della
Cassazione, ma non da norma di legge, si viola il diritto di
ciascun individuo ad avere una sua abitazione principale
indipendentemente dai legami famigliari, con un favore alle
coppie di fatto che possono conservare residenze
separate. 
Proposta: 1. consentire a ciascun individuo maggiorenne di avere
una sua abitazione principale indipendentemente dai legami di
famiglia.
2. consentire l’abbattimento dell’Ici per
l’abitazione principale solo fino a un prefissato valore
catastale (300.000 euro?) per non favorire chi ha
un’abitazione principale esagerata e gode quindi di un favore
fiscale eccessivo. 

Gianpaolo Rossini

© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *