È lei la vera anti-Gaga

Redazione
05/10/2010

Leggenda vuole che fuori da un bar di New York Lourdes Maria Ciccone, figlia dell’artista Madonna, una sera del 2009...

Leggenda vuole che fuori da un bar di New York Lourdes Maria Ciccone, figlia dell’artista Madonna, una sera del 2009 abbia incontrato la cantante Lady Gaga. Subito dopo, la quattordicenne ha dichiarato di preferire l’autrice della canzone Paparazzi alla madre. Questo giudizio ha scatenato i giornalisti musicali di mezzo mondo che, da quel momento, hanno cominciato a cercare l’erede di Lady Gaga tra le nuove leve del pop internazionale. Solo ora, l’attenzione comincia a posarsi su Beth Ditto, frontwoman del gruppo punk-soul dei Gossip, che prima di Lady Gaga ma dopo Madonna, è riuscita a imporre al mercato discografico un nuovo gusto musicale.
Beth Ditto è punk, grassa e lesbica. Queste caratteristiche la distinguono dal panorama musicale dove chi vende è pop, magro e, spesso, omosessuale. Beth Ditto, pur avendo tutte le caratteristiche per essere ‘solo’ una cantante, ha deciso di diventare anche un’icona di stile. Lo stilista Jean Paul Gautier, che negli anni Novanta si era occupato dell’immagine di Madonna, ha chiuso la sua ultima sfilata parigina proprio con lei.
La cantante dei Gossip non è nuova alla passerella. Nel video della canzone Listen Up, del 2007, partecipa a una gara di sfilate. Chi si occupa di tendenze fa risalire a questo filmato la nascita del fenomeno voguing: così, gli esperti di costume definiscono una gara tra aspiranti modelli.

[mupvideo idp=”poBPu8quCkk” vid=””]

Il video di Listen Up ha ispirato anche i creativi della Campari, azienda produttrice di bevande alcoliche. Nel 2008, il brand ha realizzato un spot pubblicitario basato sull’incontro tra due travestiti di genere sessuale opposto. E la stessa idea era già stata sviluppata dal gruppo di Beth Ditto.
La cantante nutre per la moda lo stesso amore che ha per la compagna. Pur di apparire, e male, è disposta a tutto. Anche a spogliarsi. Nel 2007, ha posato senza veli per la rivista New musical express e due anni dopo è stata scelta dal magazine di moda Love per l’esordio sul mercato editoriale. Prima della pubblicazione di queste foto, nessun personaggio pubblico obeso era apparso nudo sulla copertina di un giornale. Ma dopo il suo nudo, il mensile omosessuale Pride chiese alla drag queen Platinette di farsi fotografare senza veli.
La voce dei Gossip non perde poi occasione per dimostrare la sua unicità. Mentre i magazine di mezzo mondo litigano per avere l’omologata Lady Gaga, già ritratta in abiti maschili dal mensile Vogue Giappone, lei si presenta in pubblico con un abito sul quale sono state stampate centinaia di copertine di magazine. Il messaggio dell’artista, in quell’occasione, è stato chiarissimo. Una Beth può fare l’immagine di un mensile ma non viceversa. Anzi, per dare alla donna un’immagine presentabile sono necessarie centinaia di copertine.