Ebola, la Banca mondiale: «È una catastrofe economica»

17 Settembre 2014 16.08
Like me!

L’impatto economico dell’ebola su Sierra Leone, Guinea e
Liberia potrebbe essere «catastrofico», nell’ordine di 800
milioni di dollari.
A lanciare l’allarme è stata la Banca mondiale: «Se il
virus continua a diffondersi nei tre Paesi più colpiti, il suo
impatto economico potrebbe essere moltiplicato per otto,
infliggendo uno choc catastrofico a economie già fragili».
Per fare fronte all’emergenza, gli Stati membri
dell’Unione europea (Ue) si sono impegnati a stanziare 78
milioni di euro supplementari, da impiegare nella lotta contro
l’epidemia. Lo ha reso noto il commissario europeo per gli
aiuti umanitari, Kristalina Georgieva.
Questi contributi nazionali sono da aggiungere ai 150 milioni di
aiuti già stabiliti il 15 settembre dalla Commissione europea,
per sostenere i tre Paesi più colpiti dal virus: la Nigeria, la
Liberia e il Sierra Leone.
«COORDINARE GLI AIUTI». «L’Ue», ha
aggiunto la Commissaria, «deve ora proseguire i suoi sforzi di
coordinamento degli aiuti a partire dalla riunione dei ministri
della sanità in programma per il 22 e il 23 settembre a Milano,
ricordando che le Nazioni unite hanno stimato per un miliardo di
dollari, circa 770 milioni di euro, l’ammontare necessario
per frenare l’epidemia».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *