eBook 2, il multimediale

Redazione
26/12/2010

di Roberto Artigiani e Ferdinando Cotugno Gli effetti speciali potrebbero salvare i libri esattamente come hanno fatto con il cinema,...

eBook 2, il multimediale

di Roberto Artigiani e Ferdinando Cotugno

Gli effetti speciali potrebbero salvare i libri esattamente come hanno fatto con il cinema, nei vari momenti di crisi della sua storia. Immagina: stai leggendo un romanzo d’avventura e tra un capitolo e l’altro c’è un video, un teaser della serie tv, che anticipa i contenuti del capitolo successivo. Oppure, un’intervista allo scrittore ti spiega come ha fatto le ricerche per quel tipo di storia. O ancora un sito internet che mostra il lato reale della storia. Questo è uno scenario già reale realizzato, tra gli altri, dalla casa editrice Macmillan con la sua versione ebook dei Pilastri della Terra di Ken Follett, nella quale ha integrato alcuni frammenti della serie tv. Tecnicamente, questa soluzione si chiama enhanced book, “libro potenziato”.

Il libro si trasforma in un’applicazione

In Italia, i leader sono i grafici di Visual Creative Studio: hanno cominciato a lavorarci due anni e mezzo fa, quando sono apparsi i primi iPhone in Italia. «L’ebook, nell’epoca dello smartphone e del tablet, non può semplicemente essere l’impaginato del cartaceo», spiega a Lettera43.it Alessandro Risuleo, fondatore di Enhanced Press, la divisione di Visual Studio che si occupa di questo campo. L’ebook deve offrire qualcosa in più, deve essere, appunto, potenziato.
Il 3D DENTRO IL LIBRO.  primo passaggio è andare oltre il formato file: il libro sarà sempre di più un’applicazione che si scarica dai negozi digitali esattamente come i videogiochi, Facebook e le mappe delle città. «Le potenzialità sono infinite, partono dalla possibilità di condividere note, sottolineature, mettere post-it sulla pagina, a veri e propri effetti speciali: dentro questi ebook possiamo anche inserire oggetti in 3D»: nella visione di Risuleo gli enhanced book devono spingere soprattutto sulla dimensione ludica della lettura. Per questo motivo, è scettico su esperimenti come I Pilastri della Terra: «Il ritmo della lettura, all’interno della narrativa pura, della forma romanzo, va rispettato».

Fumetti ed editoria scolastica fanno da battistrada

Il ruolo centrale in questa transizione ce l’ha l’editore. Ironicamente, un blogger americano scrive: «l’enhanced book è l’elisir magico che le case editrici sperano di usare per poter lucrare sugli ebook». Tanto entusiasmo sta lentamente arrivando anche in Italia. Tra le case editrici più reattive a queste possibilità tecnologiche ci sono la Piemme (che ha prodotto una versione potenziata del suo Geronimo Stilton), la Newton Compton (che ha in programma 70 uscite enhanced nei prossimi mesi), e la Tunuè, che si occupa di fumetti.
L’ENHANCED BOOK PER LA SCUOLA. Dai libri per bambini ai comics, ovunque ci sia dell’illustrazione, c’è terreno fertile per l’enhanced. Ma il vero business, secondo Risuleo, è quello dell’editoria scolastica: insieme a Giunti e Sei, Enhanced Press ha in cantiere una collaborazione con il Miur (Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca) che porterà nelle classi primarie e secondarie 2.0 la didattica digitale a partire dal prossimo ciclo scolastico (settembre 2011). La forma sarà proprio quella del libro digitale potenziato.