Egitto, 139 pro Morsi condannati a due anni

30 Dicembre 2013 15.16
Like me!

Un tribunale egiziano ha condannato a due anni di carcere 139 sostenitori del deposto presidente Mohammed Morsi.
Per i giudici hanno partecipato alle violenze durante le manifestazioni di protesta del 15 luglio al Il Cairo.
A riferirlo il 30 dicembre è stata l’agenzia Mena. I condannati sono stati portati in carcere, ma la corte ha comunque fissato a 5.000 lire egiziane (520 euro circa) la cauzione per poter attendere il processo d’appello in libertà.
ARRESTATI QUATTRO REPORTER. Lo stesso giorno, sempre nella capitale, la polizia egiziana ha arrestato quattro giornalisti di al Jazeera con l’accusa di aver diffuso illegalmente informazioni che minacciano la «sicurezza nazionale». Lo hanno riferito fonti del ministero dell’Interno.
Si tratta del corrispondente Peter Greste, dei produttori Mohamed Fahmy e Baher Mohamed e del cameraman Mohamed Fawzy. Avrebbero trasmesso da un albergo con un membro della Fratellanza Musulmana, dichiarata organizzazione terroristica dal governo

© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *