Elena Cecchettin critica le «parole dell’amore» lette dagli attori di Mare fuori a Sanremo

Valentina Sammarone
09/02/2024

La sorella della 22enne uccisa dall'ex fidanzato l'11 novembre 2023 ha espresso il suo disappunto sui social: «Di un siparietto intriso di pinkwashing le vittime di femminicidio e 13 sopravvissute se ne fanno poco, sul serio non si poteva fare di meglio?». Amadeus: «La rispetto ma non mi devo scusare».

Elena Cecchettin critica le «parole dell’amore» lette dagli attori di Mare fuori a Sanremo

Elena Cecchettin, la sorella di Giulia 22enne uccisa dall’ex fidanzato Filippo Turetta l’11 novembre 2023, cita la scrittrice Carlotta Vagnoli per esprimere il suo disappunto per la scelta di Amadeus di far recitare agli attori di Mare Fuori un testo di Matteo Bussola contro la violenza di genere. «Le frasi ascoltate martedì su quel palco sono roba da Baci Perugina. E soprattutto sono frasi sull’amore. Ma l’amore non ha niente a che vedere con la violenza maschile», spiega Elena. In una storia su Instagram aggiunge: «Di un siparietto intriso di pinkwashing le vittime di femminicidio e 13 sopravvissute se ne fanno poco, sul serio non si poteva fare di meglio?».

Elena Cecchettin critica le «parole dell'amore» lette dagli attori di Mare fuori a Sanremo
La critica di Elena Cecchettin su Instagram.

«Le regole dell’amore» a Sanremo

La decisione del Teatro Ariston di far recitare le parole di Bussola è stata fortemente contestata sui social sin dall’inizio da diversi esponenti del movimento femminista. Tra questi, il profilo più influente e che ha maggiormente argomentato il proprio dissenso, successivamente sostenuto anche da Elena Cecchettin, è proprio quello di Vagnoli, condiviso centinaia di volte. «Le “nuove regole dell’amore” portate sul palco di Sanremo ieri sera in quella che a tutti gli effetti è una promo al sapore di pinkwashing di Mare Fuori, sono un concentrato di privilegio maschile e naftalina – scrive l’autrice – Ma soprattutto non sono a fuoco. Non si parla di patriarcato, di cultura dello stupro, di violenza maschile contro le donne, di privilegio, di mascolinità tossica. Far scrivere a un uomo un pezzo del genere mi sembra il punto più ridicolo della serata di ieri (mercoledì 7 febbraio, ndr.)».

Amadeus: «Rispetto il suo parere, ma non la chiamerò per scusarmi»

Amadeus durante la conferenza stampa ha risposto alle critiche di Cecchettin: «Rispetto il suo parere, ma secondo me l’intervento di Mare Fuori è stato bello». E poi ha chiarito: «Non sarà invitata sul palco e non la chiamerò: chiami qualcuno quando ti devi scusare».