Come hanno votato gli italiani all’estero per le Europee 2019

Fuori dai confini nazionali il Pd risulta essere il partito più votato col 32%. Staccata la Lega al 17%. Male M5s (13,9%). Boom dei verdi al 9,7%.

27 Maggio 2019 14.17
Like me!

È un'Italia completamente ribaltata quella vista dagli elettori che vivono fuori dai confini nazionali e ha preso parte alle Europee. Il Pd è stato infatti il partito più votato tra gli expat. Il Partito Democratico ha raccolto poco più di 36 mila voti, pari al 32,4% staccando di oltre 14 punti la Lega che si è piazzata seconda al 18%. Al terzo posto M5s col 13,9%.

BOOM DI VERDI E + EUROPA

Boom invece di altri due partiti che non sono riusciti a superare la soglia di sbarramento. I Verdi, a fronte di un dato nazionale del 2,2%, ha preso il 9,77%, circa 11 mila voti. Destino analogo per +Europa che a livello nazionale si è fermata al 3% ma che tra gli italiani all'estero ha raccolto l'8,4%. Male invece Forza Italia che è scivolata al seso posto con il 6%. Fuori dai giochi la lista La Sinistra che si è fermata al 3,9%.

I CASI PARTICOLARI: LEGA DIMEZZATA IN NORD EUROPA

Andando a vedere i dati per paese saltano all'occhio altre peculiarità. Ad esempio nei paesi del Nord Europa, oltre a confermare il successo del Pd, +Europa è risultato il secondo partito più votato: in Svezia ad esempio ha preso il 12,9%, in Danimarca il 15%, in Olanda il 16,4%. La Lega sorride invece in altre zona d'Europa, come la Lettonia dove ha preso il 34,6% dei voti, la Bulgaria (32,6%), l'Ungheria (31%), la Romania (29%), la Croazia (28,5%), in Slovenia (25%). Sempre molto indietro il M5s che solo in un Paese d'Europa è riuscito a scalzare il Partito democratico e la Lega, a Malta i pentasellati sono riusciti a battere i dem con il 26,9% dei voti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *