Le elezioni di midterm 2018 in diretta

05 Novembre 2018 15.57
Like me!

È stata battaglia all'ultimo voto per il controllo della Camera Usa, alla fine conquistata dai democratici, mentre i repubblicani hanno mantenuto il controllo del Senato. È il quadro emerso nella notte delle elezioni di midterm negli Stati Uniti, destinate a rinnovare la Camera e un terzo del Senato (clicca qui per tutti gli aggiornamenti sui risultati). A due anni dall'insediamento del presidente Donald Trump, l'appuntamento di metà mandato rappresentava anche un referendum sul suo operato ed è suscettibile di influenzarne l'azione politica da qui al 2020. (leggi anche: Cosa ci hanno detto queste elezioni di midterm)

«Un enorme successo questa sera. Grazie a tutti», ha scritto Donald Trump su Twitter, mentre per la portavoce della Casa Bianca Sarah Sanders la cosiddetta "onda blu" dei democratici assomiglia più ad una "increspatura". «Forse c'è una increspatura, ma certamente non penso che sia una onda blu», ha detto ai cronisti. «C'è ancora una lunga strada da percorrere», ma la Casa Bianca valuta «positivamente la situazione attuale», ha aggiunto, sottolineando che l'agenda del presidente non cambierà.

LA DIRETTA

05.50 – DIRETTA TERMINATA

Termina qui la diretta di Lettera43.it. Leggi qui tutti gli aggiornamenti sui risultati e le reazioni.

05.01 – I DEM CONQUISTANO LA CAMERA

I democratici hanno conquistato la maggioranza alla Camera dopo otto anni che l'avevano persa.

04.31 – IL SENATO RESTA AI REPUBBLICANI

I repubblicani hanno mantenuto il controllo del Senato, dove probabilmente si rafforzeranno.

04.10 – CRUZ BATTE O'ROURKE, IL SENATO VERSO IL GOP

Il repubblicano Ted Cruz batte il democratico Beto O'Rourke in Texas nella corsa al Senato. È la proiezione di Nbc, secondo la quale con la vittoria di Cruz i repubblicani mantengono il controllo del Senato.

03.43 – FOX E NBC: LA CAMERA AI DEM

I democratici conquistano il controllo della Camera. È la proiezione di Fox e Nbc.

03.21 – ELETTA LA PIÙ GIOVANE DEPUTATA DELLA STORIA

Come previsto, la democratica progressista Alexandria Ocasio-Cortez è stata eletta nel suo distretto per la Camera nello Stato di New York e con i suoi 29 anni diventa il più giovane membro del Congresso della storia americana. È una delle promesse del partito dell'Asinello.

03.08 – CUOMO RESTA GOVERNATORE A NEW YORK

Il democratico Andrew Cuomo vince le elezioni a New York e viene confermato governatore dello Stato.

02.49 – CRUZ RIMONTA SU O'ROURKE

Secondo le ultime proiezioni dei principali media Usa, in Texas per un seggio al Senato il repubblicano Ted Cruz riduce lo svantaggio nei confronti del democratico Beto O'Rourke. Cruz è ora al 47,7% contro il 51,6% di O'Rourke.

02.44 – ELETTA LA PRIMA MUSULMANA DELLA STORIA USA

Rashida Tlaib è la prima deputata americana musulmana: è stata eletta nel distretto n° 13 del Michigan.

Elezioni di midterm negli Usa

Usa chiamati al voto per le elezioni di midterm, o di metà mandato: tutte le notizie e gli approfondimenti.

02.12 – DEM AVANTI OVUNQUE

I democratici hanno un iniziale vantaggio nelle gare chiave non solo per la Camera ma anche per il Senato e per le cariche di governatori, secondo i dati della Cnn, in base a scrutini ancora parziali.

02.10 – O'ROURKE AVANTI IN TEXAS

Il candidato democratico Beto O'Rourke è avanti rispetto a Ted Cruz per il seggio del Senato in Texas con il 58%.

02.01 – I DEM AVANTI ALLA CAMERA

I dem sono avanti in 14 dei 23 collegi chiave necessari a riconquistare la Camera, secondo i dati diffusi dalla Cnn.

01.24 – SORPASSO DEM IN FLORIDA

Sorpasso dem in Florida dove per la corsa alla poltrona di governatore Andrew Gillum passa in vantaggio col 15 dei voti scrutinati, avanti col 52,6% rispetto al 46,8% del repubblicano Ron DeSantis. Per il seggio al Senato Bill Nelson supera il repubblicano Rick Scott col 52,4% contro il 47,6%.

01.08 – IL REPUBBLICANO SCOTT AVANTI IN FLORIDA

Il repubblicano Rick Scott in Florida è avanti con il 55,4% per un seggio al Senato. Il democratico Bill Nelson è al 44,6%. Scott è il governatore uscente del Sunshine State.

01.05 – KAINE VINCE IN VIRGINIA

Il democratico Tim Kaine, candidato vicepresidente con Hillary Clinton nel 2016, ha vinto il seggio al Senato in Virginia, secondo le proiezioni della Cnn.

01.01 – SANDERS MANTIENE IL SEGGIO IN VERMONT

Il senatore Bernie Sanders, tra i protagonisti delle primarie dem del 2016, ha mantenuto il suo seggio nello Stato del Vermont.

00.45 – PRIMO SEGGIO AI REPUBBLICANI

Il primo seggio alla House of Representatives è andato ai repubblicani, con Harold Rogers, in Kentucky.

00.27 – IN INDIANA AVANTI IL REPUBBLICANO

Le prime proiezioni sono quelle relative al seggio del Senato in Indiana e danno il repubblicano Mike Braun avanti di dieci punti sul democratico Joe Donnelly con il 52,9%.

23.30 – ELETTA LA GOVERNATRICE DI GUAM: È DEM

C'è una prima vincitrice nell'Election Day delle midterm: Lou Leon Guerrero, democratica, è stata eletta governatrice del territorio di Guam, nel Pacifico. Lo riportano alcuni media americani. Da otto anni il governatore dell'isola era repubblicano.

23.08 – TRUMP: «NON SARÀ UN BAGNO DI SANGUE»

I repubblicani possono ancora perdere la Camera «ma nessun bagno di sangue»: questa la posizione che sarebbe stata espressa da Donald Trump, secondo quanto riferiscono fonti a lui vicine in queste ore.

18.02 – SEGGI APERTI IN TUTTO IL PAESE: LUNGHE FILE ALLE URNE

Seggi oramai aperti in quasi tutti gli Stati Uniti per le elezioni di metà mandato in cui gli americani sono chiamati a rinnovare gran parte del Congresso. Dalla East alla West Coast si registrano ovunque lunghe file che fanno presagire un'altissima affluenza

17.32 – GILLUM, CANDIDATO DEM IN FLORIDA: «UNA VITTORIA DEM CHIARO SEGNALE A TRUMP»

«Una vittoria in Florida invierebbe un chiaro messaggio a Donald Trump»: lo ha detto uscendo dalle urne Andrew Gillum, il candidato dem che potrebbe diventare il primo governatore afroamericano del Sunshine State, protagonista di una delle sfide piu' affascinanti e incerte delle midterm contro il 'falco' repubblicano Ron DeSanctis. «Il messaggio», ha detto, «è che una politica basata sull'odio e sulle divisioni deve finire».

17.02 – TRUMP SEGUE IL VOTO DALLA "WAR ROOM"

Donald Trump sta seguendo le elezioni nella 'war room' che il suo team politico ha allestito nella West Wing. Lo riferisce la Cnn citando un alto dirigente della Casa Bianca. Il presidente sarà aggiornato sull'andamento del voto e poi sui risultati.

14.44 – RECORD DEL VOTO ANTICIPATO: 36 MILIONI SI SONO GIA' ESPRESSI

Sono 36 milioni gli elettori che hanno votato col voto anticipato per Midterm. Una cifra record, che supera quella di ogni altra elezione di Midterm e che potrebbe preparare il terreno a qualche grande sorpresa al termine del voto. In genere l'alta affluenza favorisce i dem ma resta da vedere se con sua intensa campagna in giro per il Paese Donald Trump è riuscito a mobilitare la sua base.

14.28 – LUNGHE FILE AI SEGGI, VERSO AFFLUENZA RECORD

Subito dopo l'apertura delle urne sono state registrate lunghe file ai seggi. Prevista un'affluenza record, nonostante il maltempo che imperversa soprattutto sulla costa orientale. Affluenza che potrebbe toccare i livelli da primato della fine degli anni '60.

14.13 – SEGGI APERTI IN 37 STATI

Al via l'Election Day in America per il voto di metà mandato che rinnoverà gran parte del Congresso. Seggi aperti già in 37 stati Usa e nel District of Columbia dove si trova la capitale federale Washington.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *