I risultati del ballottaggio per le elezioni 2019 in Ucraina

I risultati del ballottaggio per le elezioni 2019 in Ucraina

Il comico e attore Vladimir Zelensky ha raccolto il 73% delle preferenze superando il presidente uscente Petro Poroshenko che ha ammesso la sconfitta.

21 Aprile 2019 17.10

Like me!

Il comico Vladimir Zelensky, candidato del partito 'Servitore del Popolo', come l'omonimo show in cui interpretava i panni di un semplice professore catapultato dagli eventi alla guida del Paese, ha sbaragliato il presidente in carica Petro Poroshenko in Ucraina e sarebbe il nuovo presidente del Paese. Con il 90,25% delle schede scrutinate Zelensky è avanti con il 73,18% dei favori rispetto al 24,49% raccolto dal presidente uscente – confermando sostanzialmente quanto previsto dagli exit-poll.

L'UE SI CONGRATULA E MOSTRA IL SUO APPOGGIO

L'agenzia russa Interfax ha riportato la notiza che Poroshenko ha ammesso la sconfitta nei confronti di Zelensky. «Il mese prossimo lascerò la mia carica, questa è la scelta degli ucraini: accetto questa decisione ma voglio sottolineare che non abbandonerò la politica», ha spiegato il 21 aprile. Mentre l'Ue ha espresso «apprezzamento per il forte attaccamento alla democrazia e allo stato di diritto che gli ucraini hanno dimostrato durante il processo elettorale» e, congratulandosi con il nuovo presidente assicura «il sostegno dell'Unione alle riforme»: lo scrivono in una lettera congiunta i presidenti di Consiglio e Commissione Donald Tusk e Jean Claude Juncker. «Crediamo fortemente che l'ulteriore attuazione dell'accordo di associazione Ue-Ucraina, inclusa l'area di libero scambio, possa essere uno strumento cruciale», scrivono, che ribadiscono che «il sostegno costante all'integrità, indipendenza, e sovranità dell'Ucraina».

UNA CAMPAGNA ELETTORALE GIOCATA CONTRO LA CORRUZIONE

Il Servitore del Popolo, che nel corso del duello fra candidati allo stadio olimpico di Kiev si era definito «una persona semplice» ma decisa a «spezzare il sistema», piagato dalla corruzione e dominato dagli oligarchi sin dall'indipendenza dall'Unione Sovietica, ce l'avrebbe dunque fatta. «Oggi vincerà l'Ucraina, abbiamo unito il Paese», ha dichiarato sorridente dopo aver votato, accompagnato dalla moglie. Neofita totale, Zelensky ha trasformato la sua inesperienza in un asset, promettendo al Paese un profondo cambiamento e migliori condizioni di vita, il tutto conducendo una campagna elettorale spregiudicata e a tratti surreale.

MULTATO PER AVER MOSTRATO LA SCHEDA DEL VOTO

L'ultima stoccata proprio nel giorno del voto, quando ha mostrato la scheda elettorale compilata – col suo nome sbarrato – ai giornalisti, infrangendo così le norme. Quando la polizia si è presentata al suo quartier generale, ha firmato il verbale di buon grado e ha commentato: «Giusto così, la legge deve essere uguale per tutti». Ora pagherà la multa. 'Nuovo presidente, nuove regole', è il ritornello. Ora si attende solo lo spoglio dei voti, la conferma della Commissione Elettorale e l'ammissione di sconfitta da parte di Poroshenko. Poi un nuovo corso avrà inizio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *