Elon Musk accusato di aver licenziato illegittimamente dipendenti di SpaceX che lo avevano criticato

Redazione
04/01/2024

Gli otto lavoratori sono "rei" di aver scritto una lettere ai vertici dell'azienda lamentando i comportamenti del Ceo nella sfera pubblica e il mancato contrasto da parte dei dirigenti di una cultura sessista e discriminatoria sul luogo di lavoro.

Elon Musk accusato di aver licenziato illegittimamente dipendenti di SpaceX che lo avevano criticato

Elon Musk, co-fondatore e Ceo dell’azienda aerospaziale Space X, è stato stato accusato dall’Agenzia federale del lavoro degli Stati Uniti di aver licenziato illegittimamente otto dipendenti, “colpevoli” di averlo criticato pubblicamente, e di aver sottoposto a «interrogatori» altre decine di lavoratori.

Il comportamento di Musk è «una costante fonte di distrazione e imbarazzo»

Nel 2022 gli otto dipendenti avevano firmato e inviato ai dirigenti all’azienda una lettera in cui avevano definito il comportamento di Elon Musk nella sfera pubblica «una costante fonte di distrazione e di imbarazzo», in contrasto con i valori di Space X. I lavoratori hanno anche accusato i vertici di «non aver contrastato una cultura fatta di sessismo, molestie e discriminazione» sul luogo di lavoro. Secondo l’Agenzia per il lavoro, SpaceX ha riferito agli altri dipendenti che la causa del licenziamento degli otto colleghi era da riferirsi alla lettera, e ha interrogato gli altri lavoratori «creando una sensazione di venire sorvegliati» e «limitando la circolazione della lettera aperta». Il caso è ora seguito dal National Labor Relations Board, che agisce come una procura e sottopone il caso a cinque membri di un board federale. La prima udienza è stata fissata per il 5 marzo.

LEGGI ANCHE: X ha perso oltre il 71 per cento del valore dopo l’acquisto di Elon Musk