Gli ultimi emendamenti alla Legge di bilancio 2019

Gli ultimi emendamenti alla Legge di bilancio 2019

14 Dicembre 2018 15.50
Like me!

Mentre a Bruxelles procedono le trattative, a Roma la manovra resta in stand-by. Nonostante i tempi stretti per l'esame in Senato, che deve valutare in seconda lettura il provvedimento, anche la seduta pomeridiana del 14 dicembre della commissione Bilancio è stata sconvocata: secondo l'attuale calendario i lavori partono solo alle 21 per poi proseguire nel fine settimana. Venerdì sera, ha spiegato il presidente M5s della commissione Daniele Pesco, si parte «con la discussione degli emendamenti che riguardano ambiente, territorio, energia, protezione civile, affari esteri, giustizia, sicurezza, difesa». Sabato si prosegue con i «capitoli lavoro e sanità». La manovra è attesa nell'Aula di Palazzo Madama nel pomeriggio di martedì 18 dicembre. Il testo dovrà poi tornare alla Camera per il via libera finale.

Le proposte di emendamento alla manovra

STOP ALL'ECOTASSA E ANCHE AGLI INCENTIVI ECOLOGICI

La Lega ha presentato in commissione bilancio un emendamento per cancellare non solo l'ecotassa sulle auto più inquinanti ma anche gli incentivi per i veicoli ecologici. L'emendamento è firmato dal capogruppo a Palazzo Madama Massimiliano Romeo. Il partito di Salvini vuole dunque cancellare l'intero pacchetto di norme a cui il Movimento 5 Stelle ha lavorato fin da settembre.

LEGGI ANCHE: Come Salvini e Di Maio hanno smentito la crisi tra Lega e M5s

TAGLIO DELLE PENSIONI D'ORO

Un taglio per cinque anni, dal 10% al 40%, per le cosiddette pensioni d'oro, superiori ai 90 mila euro. Lo prevede un emendamento alla manovra presentato dal capogruppo M5s al Senato Stefano Patuanelli. Il taglio risparmia gli assegni maturati «interamente con il sistema contributivo» ed è scaglionato in cinque fasce: il 10% per la parte degli assegni che supera i 90 mila (circa 4.500 euro al mese); il 20% tra i 130 mila e i 200 mila euro; il 25% tra i 200 mila e i 350 mila; il 30% tra i 350 e i 500 mila euro; il 40% oltre il mezzo milione. La decurtazione delle pensioni d'oro non può comunque far calare gli assegni sotto i 90 mila euro lordi l'anno. E continua ad applicarsi la rivalutazione automatica degli importi all'inflazione. L'emendamento prevede anche che i risparmi realizzati vadano a un apposito fondo presso l'Inps. Il taglio non si applica, comunque, alle pensioni di invalidità, a quelle di reversibilità e agli assegni riconosciuti alle vittime del dovere e del terrorismo. L'emendamento proposto da Patuanelli però non convince la Lega. Il testo, fanno sapere fonti governative, non è ancora quello che recepisce l'intesa finale tra i due alleati di governo.

LEGGI ANCHE: Come funziona il taglio delle pensioni d'oro

SALTA L'EMENDAMENTO SULLE MAMME-LAVORATRICI

È finito sotto la scure dell'inammissibilità della commissione l'emendamento alla manovra della Lega che punta a mandare in pensione prima le mamme-lavoratrici con tre figli, che abbiano già 50 anni e 20 di contributi. La proposta a prima firma Pillon, prevede anche il raddoppio dei giorni che si possono prendere per malattia dei figli (10 e fino ai 16 anni dei figli). Niente da fare anche per un'altra proposta, sempre leghista, che permetteva di usufruire del congedo parentale fino ai 16 anni dei figli contro gli attuali 12.

ESTENSIONE DI ECOBONUS E SISMABONUS

M5S e Lega puntano a estendere nel tempo l'ecobonus e il sismabonus, già confermati nella legge di bilancio. Con un emendamento presentato al Senato, la maggioranza propone di estendere gli sconti fiscali per interventi di efficienza energetica fino al 2021 (anziché al solo 2019 come da testo originario della manovra) e quelli per la messa in sicurezza antisismica fino al 2024 (oggi al 2021). Contemporaneamente viene proposta una detrazione al 70% per le spese di verifica e classificazione sismica nelle zone ad alto rischio 1 e 2.

LEGGI ANCHE: Scintille di governo sulla manovra

NIENTE CANONE RAI PER I DISABILI

Niente canone Rai per i disabili. L'esenzione riguarda a partire dal 2019 i soggetti con disabilità e i titolari di abbonamento nel cui nucleo familiare è presente un soggetto fiscalmente a carico con disabilità. Gli oneri sono stimati in 270 milioni di euro l'anno.

​DEDUCIBILITÀ DELL'IMU SUI CAPANNONI FINO AL 50%

Il M5s propone anche di portare la deducibilità dell'Imu sui capannoni fino al 50%. Lo sconto fiscale è stato oggetto di modifica alla Camera, dove, con un emendamento dei relatori, è stato già alzato dal 20% al 40%.

TARI IN BOLLETTA PER I COMUNI IN DISSESTO

I Comuni in dissesto o in pre-dissesto che hanno deliberato un piano di riequilibrio finanziario potranno chiedere alle imprese elettriche di inserire il pagamento della Tari direttamente in bolletta. Il pagamento degli importi dovuti avviene in sei rate mensili. L'utilizzo della bolletta è già stato sperimentato per il canone Rai in funzione antievasione.

TAGLI AI FONDI ALL'EDITORIA

Luigi Di Maio ha annunciato che a breve sarà presentato un emendamento si fondi all'editoria. «Non vogliamo determinare la morte dei quotidiani e per questo abbiamo previsto la riduzione graduale del fondo in tre anni. Il nostro obiettivo è disintossicare le testate dando loro tempo di accelerare l'azione rivolta alla raccolta pubblicitaria», ha spiegato il vicepremier M5s.

PER LE VITTIME DI FEMMINICIDIO IN ARRIVO 12 MILIONI

Due milioni da destinare a borse di studio in favore degli «orfani di crimini domestici», almeno il 70% dei quali destinato ai minori. E 10 milioni di euro per il sostegno delle famiglie affidatarie. Una battaglia, quella in favore degli orfani di femminicidio, di cui si era fatta paladina alla Camera la vicepresidente, Mara Carfagna, ottenendo garanzia dello stesso leader della Lega, Matteo Salvini, sul ripristino dei fondi.

CICLO DEI RIFIUTI

Nella legge di Bilancio rientreranno anche le norme end of waste sul riciclo dei rifiuti con un emendamento. Lo ha detto il ministro dell'Ambiente, Sergio Costa (M5s). Le misure forniscono il quadro normativo per permettere alle Regioni di stabilire quando un rifiuto, attraverso il riciclo, smettere di essere tale e diventa materia prima seconda.

LEGGI ANCHE: gli ultimi emendamenti approvati

AL VIA LA CAMBIALE DIGITALE

Il M5s con un emendamento depositato da Pesco, propone la cambiale digitale, esente dall'imposta di bollo, per pagare le fatture commerciali. Le cambiali in formato digitale, equiparate a quelle ordinarie, potranno essere emesse da enti pubblici, imprese individuali, società di persone, società di capitali, Spa, Srl, società cooperative e trust, e potranno avere scadenza non inferiore ai 60 giorni e non superiore ai 60 mesi.

INVESTIMENTI PER L'AGRICOLTURA TECH NON OGM

Sempre i pentastellati propongono l'investimento di 6 milioni in tre anni per la diffusione di nuove tecnologie in agricoltura, ma le risorse non andranno a incentivare quelle per la «coltivazione e produzione di organismi geneticamente modificati».

ASSUNZIONI ALLA DIFESA E AMMINISTRAZIONE CARCERI

Assunzioni aggiuntive fino a 1.147 unità in tre anni per la Difesa per assicurare «funzionalità ed efficienza dell'area produttiva industriale, in particolare degli arsenali e degli stabilimenti militari» e per «potenziare il sistema sinergico di collaborazione con le amministrazioni locali e le realtà produttive territoriali». È quanto prevede un emendamento alla manovra depositato dal M5s. Con un altro emendamento si chiede invece l'assunzione straordinaria di 200 persone negli uffici centrali dell'amministrazione penitenziaria.

LEGGI ANCHE: I tagli nella manovra del governo

TASSE RIDOTTE PER I PENSIONATI CHE RIENTRANO AL SUD

Un emendamento presentato dal leghista Alberto Bagnai propone di ridurre a un forfait del 7% per cinque anni le tasse per i pensionati residenti all'estero che scelgano di venire, o tornare, in Italia, ma nelle regioni del Sud, Sicilia, Calabria, Sardegna, Campania, Basilicata, Abruzzo, Molise, Puglia. L'emendamento replica il 'modello Portogallo' invocato da Matteo Salvini in estate. Le maggiori entrate sono destinate all'istituzione di poli universitari tecnico scientifici nel Mezzogiorno.

LEGGI ANCHE: Cosa propone la Lega sulle tasse per i pensionati al Sud

CEDOLARE SECCA SUI NEGOZI ANCHE PER IL 2020

La Lega propone anche du estendere la cedolare secca sui negozi, introdotta per il 2019, anche al 2020. Il regime agevolativo riguarda il canone di locazione dei contratti delle unità immobiliari commerciali (categoria C1) di superficie superiore a 600 metri quadri.

BONUS PER LE ADOZIONI DI MINORI STRANIERI

Un bonus fino a 5 mila euro per sostenere le famiglie che procedono all'adozione di minori stranieri. Lo prevede un emendamento della Lega, con il quale si chiede di aumentare di 10 milioni l'anno a decorrere dal 2019 il Fondo per le adozioni internazionali.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *