Enel intende chiudere tutti gli impianti a carbone entro il 2027

Redazione
22/11/2023

Il gruppo conferma la sua ambizione di raggiungere zero emissioni in tutte le categorie Scope entro il 2040.

Enel intende chiudere tutti gli impianti a carbone entro il 2027

Il Gruppo Enel intende proseguire con la riduzione delle proprie emissioni dirette e indirette di gas a effetto serra, in linea con l’accordo di Parigi e con lo scenario di 1,5 gradi centigradi, come certificato dalla Science based targets initiative. Lo ha fatto sapere il gruppo energetico indicando il proprio piano di riduzione nella strategia 2024-2026, con cui ha confermato l’obiettivo di chiudere tutti i rimanenti impianti a carbone entro il 2027 a livello globale e l’intenzione di uscire dal carbone entro il 2025 in Italia.

Per la riconversione Enel valuterà le migliori tecnologie disponibili

Gli impianti a carbone di Enel in Italia sono cinque. Per quanto riguarda la riconversione, Enel valuterà «le migliori tecnologie disponibili, sulla base delle esigenze indicate dai gestori delle reti di trasmissione. Il gruppo, infine, ha confermato la sua ambizione di raggiungere zero emissioni in tutti gli Scope entro il 2040». Le emissioni vengono suddivise in tre categorie: scope 1, che comprende le emissioni dirette controllate dall’organizzazione; scope 2, che riguarda le emissioni indirette legate alla produzione di elettricità, vapore o calore; scope 3, che include le emissioni indirette provenienti dalla catena del valore dell’azienda.