Eni e Qatar Petroleum alleate in Mozambico

11 Marzo 2019 14.20
Like me!

Eni e Qatar Petroleum hanno firmato un accordo per consentire a Qatar Petroleum di acquisire una partecipazione del 25,5% nel blocco A5-A, nell'offshore del Mozambico. Lo comunica l'Eni in una nota, aggiungendo che l'accordo è soggetto all'approvazione da parte delle autorità mozambicane. «L'accordo – spiega l'amministratore delegato Claudio Descalzi – rappresenta un'altra pietra miliare nel percorso strategico che Eni e Qatar Petroleum hanno intrapreso per rafforzare ulteriormente la loro partnership a livello mondiale».

LEGGI ANCHE: Turchia, il grande risiko del gas cipriota dell'Eni

ENI È PRESENTE NEL MOZAMBICO DAL 2006

Eni è l'operatore del blocco con una quota di partecipazione del 59,5%, che scenderà al 34% a seguito dell’approvazione dell’accordo. Gli altri partner del consorzio sono Sasol con il 25,5% e la compagnia statale mozambicana Empresa Nacional de Hidrocarbonetos (ENH) con il 15%. Eni è presente in Mozambico dal 2006 a seguito dell’ingresso nell’Area 4, nel nord del paese nell’offshore del bacino di Rovuma dove, a seguito di campagne eplorative di successo e della scoperta dei giacimenti di Coral, Mamba e Agulha, si stima la presenza di oltre 85 Tcf di gas in posto (circa 2.400 miliardi di metri cubi di gas naturale).

LEGGI ANCHE: Eni, come cambia la strategia nel Mediterraneo

GLI ITALIANI E QATAR PETROLEUM GIÀ PARTNER IN OMAN E MESSICO

Il programma di sviluppo iniziale di Coral comprende la costruzione di un impianto galleggiante di liquefazione (FLNG) dalla capacità di circa 3,4 milioni di tonnellate all'anno. La costruzione è iniziata nel giugno 2017 e la produzione dovrebbe iniziare nel 2022. Il programma di sviluppo inoltre prevede la costruzione di un impianto onshore composto da 2 treni per il trattamento e la liquefazione del gas con una capacità di 15,2 milioni di tonnellate all'anno, che rappresenterà la prima fase del progetto LNG di Rovuma. Il progetto dovrebbe essere sanzionato nel 2019 e la produzione dovrebbe iniziare nel 2024. Eni e Qatar Petroleum sono già partner in Oman e in Messico.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *