Esplosione in fabbrica ad Ankara, tre morti

Redazione
03/02/2011

Un’esplosione è avvenuta nella mattina del 3 febbraio 2011 ad Ankara, provocando tre morti e una trentina di feriti. Lo...

Esplosione in fabbrica ad Ankara, tre morti

Un’esplosione è avvenuta nella mattina del 3 febbraio 2011 ad Ankara, provocando tre morti e una trentina di feriti. Lo hanno riferito la televisione locale e l’agenzia Reuters. Non si conosce con esattezza la dinamica del disastro: l’esplosione sarebbe avvenuta nella zona industriale della città. Le cause sarebbero accidentali. Probabilmente imputabili a una fuga di gas. «Tre persone sono morte», ha detto il sindaco di Yenimahalle, il distretto da cui dipende la zona industriale e commerciale Ostim della capitale turca dove è avvenuta l’esplosione. Secondo il responsabile «l’incidente è dovuto al 90% dall’esplosione di una caldaia a causa di una fuga di gas». L’esplosione si è prodotta in un laboratorio situato in un edificio di quattro piani, in cui si producono macchine industriali e in cui lavorano un’ottantina di operai. Non è escluso che sotto le macerie siano rimasti sepolti dei lavoratori.