Europa nel mirino

Redazione
03/10/2010

Il Dipartimento di Stato americano ha rilasciato formalmente un avviso di allerta ai suoi concittadini in viaggio verso l’Europa. Secondo...

Europa nel mirino

Il Dipartimento di Stato americano ha rilasciato formalmente un avviso di allerta ai suoi concittadini in viaggio verso l’Europa. Secondo fonti ufficiali statunitensi e britanniche, consultate dalla Bbc, il “travel alert” viene reso pubblico nella giornata del 3 ottobre.
La decisione delle autorità americane è giunta in seguito alla scoperta di un piano coordinato da al-Qaida per colpire le più importanti città europee. I possibili attentati terroristici sono stati scongiurati dai raid dei “drone” americani in Pakistan, ma non pare che la minaccia sia del tutto stata scongiurata. L’intelligence Usa avrebbe anzi raccolto informazioni molto preoccupanti: il timore è quello di attacchi in stile Mumbai 2008, quando i terroristi presero di mira hotel e ristoranti per fare strage di turisti. I morti in quell’occasione furono 175.
Per questo motivo, il Dipartimento di Stato ha deciso di allertare i cittadini Usa dei potenziali pericoli terroristici che si potrebbero incontrare in Europa, mentre il lavoro di intelligence e gli attacchi dei drone in Pakistan (25 nel solo mese di settembre) continueranno anche nelle prossime settimane. La misura, che comunque non arriverà a un formale avviso di non viaggiare in Europa, potrebbe comunque avere un significativo impatto sul turismo.
I servizi segreti occidentali non hanno ancora operato alcun arresto, anche se diverse persone sono state messe sotto osservazione ristretta. Tra i sospetti, ci sarebbero cittadini britannici di origine pakistana e tedeschi di origine afghana. Il 4 ottobre, gli uomini della sezione antiterrorismo francese hanno fermato un sospetto a Meudon, nel Hauts-de-Seine, in relazione all’inchiesta sul falso allarme bomba del 27 settembre che a Parigi ha costretto le forze dell’ordine ad evacuare la stazione Saint-Lazare.
L’emittente americana Fox news ha rivelato, citando fonti di intelligence, che tra gli obiettivi più sensibili ci sarebbero la Tour Eiffel e la cattedrale di Notre Dame a Parigi, e Alexander Platz, l’hotel di lusso Adlon e la stazione centrale, a Berlino. «Impossibile essere sicuri degli obiettivi dei terroristi», ha dichiarato il ministro dell’Interno Roberto Maroni, «in questo momento l’allerta generale è massima».