Michelangelo Coltelli

Il debunking sulle accuse dell'ex fidanzata suicida a Jim Carrey

Il debunking sulle accuse dell’ex fidanzata suicida a Jim Carrey

02 Aprile 2019 10.41
Like me!

Jim Carrey è finito su tutti i giornali italiani dopo una diatriba su Twitter con Alessandra Mussolini. Carrey aveva pubblicato una vignetta che rappresentava Claretta Petacci e Benito Mussolini appesi a testa in giù seguita da questo commento: «If you’re wondering what fascism leads to, just ask Benito Mussolini and his mistress Claretta» («Se vi state chiedendo a cosa porta il fascismo, chiedete a Benito Mussolini e alla sua amante Claretta»).

Alessandra Mussolini gli ha risposto con un «Bastard» e la cosa è andata avanti per un po’. Tra i miei lettori però qualcuno mi ha segnalato come su certi profili “amici” di una certa destra sono apparsi post dove Carrey viene attaccato non per lo scambio con Alessandra Mussolini ma per altri trascorsi. Ecco uno dei post che stanno circolando, chiaramente volto a denigrare l’attore americano. È stato pubblicato sulla bacheca di un candidato consigliere comunale di Grosseto nelle fila di Casa Pound, Gino Tornusciolo:

Questo scriveva l’ex fidanzata suicida di Jim Carrey

«Mi hai fatto finire in un mondo di cocaina, prostituzione, malessere, abusi – si legge in un passaggio – hai fatto anche tante cose belle per me, e di quelle te ne sono grata. Ma da quando sono con te ho smesso di essere la persona che ero, Jim. Pensavo di aver conosciuto il dottor Jekyll, invece mi sono ritrovata mister Hyde“.

“Mi hai buttato via dopo aver preso quello che ti serviva […] Non hai pensato allo stigma in cui devo vivere per il resto della mia vita, non ti sei scusato né hai chiesto che cosa potessi fare. Mi hai attaccato il tuo HSV e HPV (herpes genitale ndr), ora voglio le tue scuse. Voglio che tu capisca che per quanto ti sembri una piccola cosa, rovina la vita di una ragazza”.

La make-up artist irlandese scrive anche: “Prima di te forse non avrò avuto molto, ma avevo il rispetto di me stessa, ero una persona felice”.

Questo scriveva l’ex fidanzata suicida di Jim Carrey

“Mi hai fatto finire in un mondo di cocaina, prostituzione,…

Geplaatst door Gino Tornusciolo op Zondag 31 maart 2019

Ma ne ho visti di molto simili su svariate bacheche. Una cosa che vorrei dire è che non concordo col tipo di comunicazione fatta da Carrey, la vignetta con Mussolini e la Petacci era evitabile, non c’è bisogno di tirare fuori quell’episodio per parlare male del fascismo. Ma questo non è importante ai fini della disamina da fare.

LE INDAGINI SULLE ACCUSE DELLA EX DELL'ATTORE

Jim Carrey è stato fidanzato con alti e bassi per qualche anno con Cathriona White, truccatrice irlandese morta sucida nel 2015. Ma le accuse mosse contro Carrey sono state tutte archiviate dai tribunali americani, è stato provato che si trattava di accuse fasulle. Sia chiaro, è vero che la truccatrice morta avesse accusato Carrey di averle passato delle malattie veneree, clamidia, herpes e epatite A. Ma è stato provato che in realtà era un tentativo di estorcere denaro all’attore. Tentativo mosso prima dalla truccatrice ancora in vita, e poi ripreso dopo la sua morte dall’ex marito e dalla madre. Ma gli inquirenti hanno potuto dimostrare che White aveva falsificato le analisi del sangue, usando quelle di un’amica per dimostrare che lei non avesse nessuna malattia prima di incontrare Carrey.

CARREY GIUDICATO INNOCENTE

Quella tra White e Carrey non è stata una relazione sana, prima ci sono state le accuse, poi una riappacificazione, ma era chiaro a tanti che White avesse problemi psicologici. Il tribunale americano ha pertanto scagionato Jim Carrey da qualsiasi accusa. Farle girare oggi per denigrarlo è sbagliato, una volta che una corte ha dimostrato la sua innocenza ripetere l’accusa potrebbe rientrare nella diffamazione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *