Fabio Grosso esonerato dalla panchina del Lione dopo solo sette partite

Redazione
30/11/2023

Una sola vittoria da settembre in Ligue 1, l'ultima posizione in classifica a quattro punti dalla zona playout. Questi i motivi che hanno spinto il presidente John Textor a cacciarlo. Scarsi risultati e pure l'episodio di violenza negli scontri coi tifosi del Marsiglia: per il campione del mondo azzurro una parentesi francese da dimenticare.

Fabio Grosso esonerato dalla panchina del Lione dopo solo sette partite

Il campione del mondo con l’Italia nel 2006 e oggi allenatore, Fabio Grosso, è stato esonerato dalla panchina dell’Olympique Lione per via dello scarso rendimento della squadra. Al suo posto, in attesa di trovare un tecnico che possa risollevare le sorti del club, ci sarà ad interim Pierre Sage che ricopre il ruolo di responsabile del centro di formazione, affiancato dall’ex difensore della nazionale francese Jeremie Brechet, fin qui alla guida dell’Under 19. Fatale per Grosso sarebbe stata la sconfitta nell’ultimo turno di Ligue 1 contro il Lille, mal digerita dal presidente John Textor e dal suo nuovo direttore sportivo David Friio.

Il cammino di Grosso: dalla Serie B italiana alla Ligue 1

Dopo solo sette giornate di Ligue 1, dunque, si interrompe il cammino francese di Fabio Grosso come allenatore. L’italiano era stato chiamato a guidare la squadra il16 settembre, vincendo la concorrenza con l’ex compagno di Nazionale Gennaro Gattuso grazie alla promozione dalla Serie B alla A conquistata con il Frosinone nella stagione 2022/2023. La situazione era già molto complicata anche prima dell’arrivo del campione del mondo azzurro: nelle prime quattro gare il Lione aveva conquistato un solo punto e il trend negativo non si è interrotto nemmeno con il cambio di allenatore. Grosso, infatti, in sette gare di Ligue 1 ha collezionato quattro sconfitte e un solo successo, con la squadra che è rimasta all’ultima posizione della classifica, a quattro punti di distanza dalla zona playout.

Fabio Grosso sul campo d'allenamento del Lione
Fabio Grosso sul campo d’allenamento del Lione (Getty Images).

L’orribile parentesi francese: l’aggressione e l’esonero

Fabio Grosso conclude dunque la sua parentesi francese che, senza ombra di dubbio, può essere definita come negativa. Oltre all’esonero e agli insuccessi sportivi, infatti, l’ex terzino sinistro della Nazionale azzurra ha dovuto gestire in questi mesi un clima molto teso con i tifosi ed è stato vittima di un’aggressione da parte dei supporter del Marsiglia che hanno preso d’assalto il pullman della sua squadra prima di una gara. Grosso era rimasto ferito al viso, con un sasso lanciato dai tifosi avversari che gli aveva fatto correre il rischio di perdere un occhio.