Redazione

Cos'è successo a Facebook, Instagram e WhatsApp ancora down

Cos’è successo a Facebook, Instagram e WhatsApp ancora down

I social network e l’app per chattare hanno smesso di funzionare dopo le ore 16 del 3 luglio. Problemi con il caricamento delle storie, i post e il download dei file.

03 Luglio 2019 18.06

Like me!

Ancora problemi dal mondo dei social network e delle app per chattare che fanno riferimento all’impero di Mark Zuckerberg: Facebook, Instagram e WhatsApp hanno avuto difficoltà di funzionamento nella giornata del 3 luglio 2019.

SITUAZIONE MONITORATA DA DOWNDETECTOR

Non è accaduto solo in Italia, ma anche in gran parte dell’Europa, negli Stati Uniti, in Sud America e in diverse altre parti del mondo. I guai sono cominciati a partire dalle ore 16. DownDetector, che monitora gli avvisi in tempo reale, ha confermato il “down” spiegando che gli utenti hanno evidenziato l’impossibilità di caricare le “storie” e la sparizione dei post che stavano per essere pubblicati. WhatsApp invece non ha permesso il download dei file (audio, video e foto) né la sincronizzazione.

facebook-down-oggi-instagram-whatsapp

Gli utenti hanno segnalato problemi alla piattaforma Facebook nel 70% dei casi, alla versione Mobile nel 19%. Il 10% ha lamentato un totale blackout.

DISAGI DOVUTI AI LAVORI IN CORSO

Un altro crash sulle varie piattaforme si era verificato domenica 14 aprile. Il disagio – hanno spiegato gli esperti – potrebbe essere legato ai lavori in corso da parte degli sviluppatori di Menlo Park per l’integrazione delle tre applicazioni.

LE SCUSE SU… TWITTER

I canali social di Facebook e Instagram hanno spiegato cosa stava succedendo, scusandosi, su Twitter, che non è stato coinvolto dalle problematiche: «Siamo consapevoli del fatto che alcune persone hanno difficoltà a caricare o inviare immagini, video e altri file sulle nostre app. Siamo spiacenti per il disturbo e stiamo lavorando per riportare le cose alla normalità il più rapidamente possibile».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *