Falso allarme terrorismo a Fiumicino, scrive «I love Allah» e il pilota atterra d’emergenza

Redazione
09/11/2023

Il malinteso su un Airbus della compagnia low cost Vueling, dove un 29enne egiziano ha scritto la frase sul foglio del consenso per l'assunzione di un farmaco facendo allarmare il personale di bordo.

Falso allarme terrorismo a Fiumicino, scrive «I love Allah» e il pilota atterra d’emergenza

Nel pomeriggio di martedì 7 novembre un Airbus della compagnia low cost Vueling ha eseguito un atterraggio di emergenza a Fiumicino. «Problemi a bordo, chiedo l’autorizzazione per atterrare», è stata la comunicazione radio del comandante del volo Parigi-Il Cairo, per un presunto allarme terrorismo.

Equivoco chiarito dalla Polaria a Fiumicino

In realtà, si è trattato di un malinteso dello stesso pilota. A scoprire ciò che è successo sono stati gli agenti della Polaria che hanno preso in consegna un passeggero egiziano di 29 anni che aveva scritto «I love Allah» sul consenso informato per l’assunzione di un medicinale che gli era stato procurato dalle hostess dopo essersi sentito male durante il volo. La frase ha spinto il comandante a dirigersi subito verso Roma, facendo scattare il dispositivo di allerta, specificando che non avrebbe accettato di nuovo a bordo quel passeggero. La decisione ha fatto scoppiare una lite con il ragazzo e il personale di bordo. All’arrivo a Fiumicino, il passeggero è stato sentito dagli investigatori e l’equivoco si è presto chiarito, ma il volo è ripartito senza di lui.