Il console “fascio-rock” Mario Vattani promosso ad ambasciatore di grado

Redazione
26/01/2024

È il più alto grado di riconoscimento nella carriera diplomatica. Vicino al Fronte della Gioventù del Movimento Sociale Italiano, è conosciuto per essere un'esponente dell'estrema destra.

Il console “fascio-rock” Mario Vattani promosso ad ambasciatore di grado

Il celebre «console fascio-rock», Mario Vattani, è stato promosso dalla presidenza del Consiglio da ministro plenipotenziario a diplomatico di grado, il più alto grado di riconoscimento nella carriera diplomatica. La nomina, scrive Domani, fa parte di una tornata di promozioni di undici diplomatici, tutti uomini e quasi tutti politicamente vicino al governo di Giorgia Meloni.

Fu sospeso come ambasciatore dal governo Monti dopo un saluto romano a un evento di Casa Pound

Mario Vattani, vicino al Fronte della Gioventù del Movimento Sociale Italiano, è conosciuto per essere un’esponente dell’estrema destra. Nel 1989 fu condannato a risarcire i danni del procedimento civile per un’aggressione ai danni di due ragazzi di sinistra insieme ad altri militanti, mentre nel 2011, quando era già ambasciatore in Giappone, scoppiò un caso politico per la sua esibizione a un evento del partito neofascista Casa Pound con la sua band fondata nel 1983, i SottoFasciaSempre. Durante la kermesse Vattani fece un saluto romano spingendo l’allora ministro degli Esteri del governo Monti, Giulio Terzi di Sant’agata, a rimuoverlo dal suo incarico per quattro mesi. Nel 2019, sotto il governo Pd-M5s, è diventato ambasciatore a Singapore. Lo stesso Pd oggi, attraverso un post su X della deputata della commissione Esteri Lia Quartapelle, commenta la promozione di Vattani a diplomatico di grado dicendo: «Un bel modo di tutelare l’immagine dell’Italia all’estero, facendoci rappresentare da chi ama l’estrema destra ed è protetto da un padre potente».