Spunta Marchionne nell’inchiesta Usa sulla corruzione in Fca

16 Agosto 2018 16.19
Like me!

L'ex amministratore delegato di Fca, Sergio Marchionne, avrebbe regalato a un sindacalista della Uaw incaricato di occuparsi di Chrysler un orologio prezioso, omettendo poi di ammettere la cosa durante un colloquio con gli uomini dell'Fbi. La notizia è stata riportata dal Detroit News, a pochi giorni dalla sentenza che il 27 agosto potrebbe costare fino a otto anni di galera ad Alphons Iacobelli, l'ex manager di Fca che sarebbe stato al centro di una corruzione da 4,5 milioni di dollari per comprarsi la benevolenza del sindacato in una trattativa che aveva l'obiettivo di diminuire il costo del lavoro per l'azienda.

L'OROLOGIO TERRA CIELO MARE CON IL LOGO DI FIAT

The Detroit News cita due fonti anonime secondo cui a luglio del 2016 il capo di Fca, accompagnato dall'avvocato William Jeffress, avrebbe risposto negativamente agli uomini dell'Fbi che gli chiedevano se lui avesse mai fatto regali di valore – fatto molto grave negli Stati Uniti – ai leader di Uaw. Marchionne però sarebbe stato messo di fronte alle prove del fatto che in realtà lui stesso nel 2010 aveva donato a General Holiefield, vice president general di Uaw incaricato delle trattative in Chrysler, un orologio di Terra Cielo Mare con il logo di Fiat. L'orologio consegnato a Holiefield, che è morto nel 2015 e la cui vedova è già stata condannata a 18 mesi di prigione per il suo ruolo nella vicenda corruttiva, sarebbe stato accompagnato da un biglietto scritto a mano che le indagini riferiscono essere stato scritto da un non meglio identificato manager di Fca e che, rivolgendosi a Holiefield, si augura che il regalo «possa cancellare ogni possibile conflitto».

Non è chiaro come abbia reagito Marchionne di fronte all'Fbi che gli mostrava le prove del regalo, se abbia detto di essersene dimenticato o abbia invece risposto altrimenti. Per questa dichiarazione, tuttavia, e per il regalo, Marchionne non è mai stato incriminato né per falsa testimonianza né sulla base di una legge federale che vieta regali di valore e scambi di denaro con rappresentanti del sindacato. Secondo Peter Henning, un professore di legge alla Wayne State University che è stato procuratore federale, è possibile che l'Fbi abbia continuato a indagare sull'ex capo di Fca morto lo scorso 25 luglio: «Non sappiamo cosa sarebbe potuto succedere tra sei mesi se le sue (di Marchionne, ndr.) condizioni di salute fossero state buone». In una nota, Fiat Chrysler ha dichiarato che continua a collaborare nel quadro dell'inchiesta sulla corruzione e conferma l'incontro del 2016 tra l'Fbi e Marchionne riferendo che, in quell'occasione, l'allora amministratore delegato rispose alle domande «to the best of his recollection», ovvero al meglio della sua memoria.

IL FIUME DI DENARO PER CORROMPERE I SINDACALISTI

La vicenda dell'orologio, se confermata, segnerebbe il definitivo coinvolgimento dell'ex amministratore delegato Fca in una vicenda particolarmente grave per Fca negli Stati Uniti. Secondo quanto ricostruito dall'accusa, alcuni manager di Fca avrebbero corrotto gli uomini del sindacato facendo transitare un enorme fiume di dollari – 4,5 milioni – attraverso la Uaw-Chrysler National Training Center, una istituzione che in realtà doveva essere di supporto ai lavoratori e che sarebbe stata invece usata per corrompere alcuni sindacalisti. Lo stesso Iacobelli si sarebbe arricchito personalmente acquistando per sé, tra le altre cose, una Ferrari e due penne Mont Blanc del valore di 35mila dollari ciascuna. L'avvocato di Iacobelli, in una memoria consegnata il 15 di agosto, sostiene tuttavia che la corruzione non è iniziata dal suo assistito, ma che era una pratica già in essere prima del 2009. Sia Uaw che Fca hanno rilasciato dichiarazioni, nei giorni e mesi precedenti, secondo cui le società sono parti lese nella vicenda, che avrebbe riguardato solo alcuni singoli manager e sindacalisti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *