Botta e risposta tra Fedez e Myrta Merlino: «Ecco i problemi dell’informazione italiana»

Redazione
10/01/2024

Il rapper contro l'assedio dei giornalisti sotto casa attacca la conduttrice di Pomeriggio 5: «Sei stata per caso sotto casa dell’ex deputato Pozzolo?». La giornalista: «I mass media ci sono nella buona e nella cattiva sorte»

Botta e risposta tra Fedez e Myrta Merlino: «Ecco i problemi dell’informazione italiana»

Botta e risposta social-televisivo tra Fedez e Myrta Merlino. Dopo il caso Ferragni e il pandorogate, i giornalisti si sono appostati sotto casa dei Ferragnez. Una presenza criticata duramente dal rapper che su Instagram ha attaccato direttamente la conduttrice di Pomeriggio 5.

Merlino risponde: «I mass media ci sono nella buona e nella cattiva sorte». Fedez: «Famosi grazie ai nostri telefoni»

Fedez prima ha postato una storia su Instagram: «Fuori dalla casa di Matteo Messina Denaro c’era meno gente. Le priorità dell’informazione italiana». Poi l’attacco diretto a Pomeriggio 5: «Ormai Paloma è diventata una star perché Pomeriggio 5 da diversi giorni mette un giornalista piantonato davanti casa nostra nella speranza di vedere non so che cosa. Myrta Merlino, devo dirti che se il tuo interesse giornalistico è nei confronti della solidità degli escrementi di Paloma: oggi ha fatto la cacca semidura». La risposta di Merlino non si è fatta attendere: «Fedez, con tutto il rispetto, quando fai notizia per tutta la vita, i mass media ci sono nella buona e nella cattiva sorte, sia quando ti servono per le cose che ti vanno bene che il contrario».

«Per me sei liberissima di venire sotto casa mia come io sono liberissimo di ridere delle priorità dell’informazione italiana in questo momento», ha ribattuto a sua volta il rapper. «Ma ci tengo a farti una domanda: sei stata per caso sotto casa dell’ex deputato Pozzolo?». E poi ha concluso: «A me questa retorica del “siete diventati famosi attraverso i mass media” non piace, perché noi lo siamo diventati con il nostro ditino e il nostro telefonino. E io credo che parte del fastidio che vi diamo è proprio questo».