Fiat pensa ai neopatentati

Redazione
03/02/2011

Stop ai neopatentati immediatamente alla guida di bolidi della strada, con il rischio di generare pericolosi incidenti a causa della...

Fiat pensa ai neopatentati

Stop ai neopatentati immediatamente alla guida di bolidi della strada, con il rischio di generare pericolosi incidenti a causa della scarsa esperienza al volante. La nuova Legge 29 Luglio 2010 n.120 entrerà infatti in vigore dal 9 febbraio 2011: da quella data chiunque conseguirà la patente B non potrà condurre per un anno autoveicoli con il rapporto potenza/tara superiore a 55 kW per tonnellata e (per le sole vetture) anche con potenza superiore a 70 kW.
Per tara si intende la massa a vuoto del veicolo (cioè il suo peso) più uno standard di 75 kg per il conducente. E le case automobilistiche si stanno adeguando a questa normativa. 
NUOVA GAMMA. Il Lingotto, per esempio, con i suoi marchi Fiat, Lancia e Alfa Romeo, ha presentato una nuova gamma di 11 modelli che rispettano i nuovi parametri, con 30 abbinamenti vettura/motore possibili. Praticamente tutte le vetture del marchio torinese attualmente in produzione, eccezion fatta per la Sedici, offrono almeno due motorizzazioni che rispettano la nuova legge, cui si aggiungono Lancia Ypsilon, Lancia Musa e Alfa Romeo MiTo, permettendo così una scelta tra 32 differenti abbinamenti modello/motore.
Per sapere se la propria vettura è già in regola con i nuovi limiti basta consultare la carta di circolazione, nei veicoli immatricolati dopo il 4 ottobre 2007 vi è un’apposita voce ‘rapporto tara/potenza’ mentre sui modelli più vecchi bisogna cercare le voci ‘potenza in kW’ e ‘tara’ oppure ‘massa a vuoto’ e calcolare i rapporti.

Di seguito i modelli Fiat con motorizzazioni idonee: