La campagna della Figc contro la violenza di genere in occasione del 25 novembre

Redazione
24/11/2023

Diverse le iniziative simboliche pensate dalla Federazione calcistica italiana, a partire da un applauso in tutti gli stadi prima dell'inizio delle partite del fine settimane, un pallone rosso per la Serie B, l'auditorium di Coverciano illuminato, e tanto altro.

La campagna della Figc contro la violenza di genere in occasione del 25 novembre

Per il 25 novembre la Figc ha proposto l’iniziativa di fare un lungo applauso per non dimenticare Giulia Cecchettin e tutte le vittime di femminicidio, su tutti i campi di calcio prima delle partite del fine settimana. Dalla Serie A ai campionati giovanili, un momento in cui le calciatrici, i calciatori e il pubblico possano condividere il ricordo di questa tragedia. Una condivisione rumorosa che vuole contribuire a rendere ancora più forte il grido di denuncia. Ma l’applauso non è la sola iniziativa pensata dalla Federazione calcistica italiana per la Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza.

Tutte le iniziative della Figc in occasione della Giornata internazionale sulla violenza di genere

«Uniamo la nostra voce al grido di tante donne vittime di violenza, la Figc e l’intero mondo del calcio vogliono fare la propria parte per contribuire all’eliminazione di questi orribili crimini e per costruire un vera cultura del rispetto, educando i giovani», ha detto il presidente federale Gabriele Gravina. «1-5-2-2. Ci sono tattiche che scrivono la storia. Altre che la cambiano», è il claim della campagna promossa dalla Federazione in occasione del 25 novembre, e che ha visto protagonisti le calciatrici e i calciatori della Nazionale e i due commissari tecnici Luciano Spalletti e Andrea Soncin a sostegno dell’1522, il numero gratuito disponibile 24 ore su 24 per tutte le persone che necessitano di supporto legato alla violenza di genere. Venerdì e sabato, l’esterno dell’auditorium di Coverciano sarà inoltre illuminato di rosso. Prima delle gare di Serie A e Serie B Femminile, e prima del minuto in ricordo di tutte le vittime di femminicidio previsto su tutti i campi d’Italia, le due squadre, gli allenatori e gli arbitri poseranno per una foto di gruppo dietro il cartello #MAIPIÙ esposto al momento dell’allineamento prima di ogni partita. Ad allenatori e arbitri, inoltre, sarà applicato unadesivo raffigurante il numero 1522 e l’hashtag #MAIPIÙ. Come già accaduto in passato, i direttori di gara scenderanno in campo con un segno rosso sulla guancia simbolo della campagna. La Serie B, inoltre, scenderà in campo con un pallone rosso.