Flat tax in due tempi: cosa cambia per le famiglie

Flat tax in due tempi: cosa cambia per le famiglie

04 Giugno 2018 11.13
Like me!

«Mi sembra ci sia un accordo per far partire la flat tax sui redditi d'impresa a partire dal 2019. E poi, a partire dal 2020, si prevede di applicarla alle famiglie». Alberto Bagnai, senatore della Lega e da molti considerato tra i favoriti per il ruolo di sottosegretario all'Economia, ha dipinto questo scenario intervenendo alla trasmissione televisiva di RaiTre Agorà.

NO ALL'AUMENTO DELL'IVA. Ciò significa che per le imprese l'aliquota unica, già in vigore al 24% (Ires), potrebbe scendere al 20% in tempi piuttosto rapidi. Mentre per le famiglie l'appuntamento verrebbe di fatto rimandato. In compenso Bagnai ha sottolineato che «il discorso dell’aumento dell'Iva è assolutamente fuori discussione», rassicurando sul fatto che l'esecutivo si impegnerà per disinnescare le clausole di salvaguardia.

COSA PREVEDE IL PROGRAMMA M5S-LEGA. Il programma di governo M5s-Lega ipotizza l'introduzione di due aliquote "piatte": al 15% per i redditi familiari fino a 80 mila euro e al 20% per quelli superiori. Accompagnate da tre livelli di deduzioni da 3 mila euro: per ogni componente del nucleo familiare fino a 35 mila euro di reddito complessivo; solo per i familiari a carico nella fascia 35-50 mila; nessuna deduzione per i redditi superiori a 50 mila euro. La flat tax, secondo la Lega, ha un costo stimato di circa 50 miliardi.

IL PD ATTACCA: «MANI GIÀ AVANTI». Subito dopo le dichiarazioni di Bagnai, il Pd è partito all'attacco: «Ho letto con attenzione le cose dette da Alberto Bagnai sulla questione della flat tax. La prima osservazione che faccio riguarda il versante dei cittadini: osservo che già si mettono le mani avanti dicendo che per quest'anno non se ne parla (eh, come è diverso fare campagna elettorale e governare). Ma la cosa che colpisce di più è che questa frenata sulla flat tax ai cittadini viene motivata dicendo che verrà privilegiata la flat tax per le imprese. Informo Bagnai e il "governo del cambiamento" che per le imprese c'è l'Ires da tempo e che i nostri governi, quelli a guida Pd, l'hanno anche ridotta recentemente», ha detto la senatrice del Pd Teresa Bellanova.

SIRI SMENTISCE BAGNAI. Tuttavia un altro senatore del Carroccio Armando Siri, ha smentito quanto detto da Bagnai. L'ideologo leghista della flat tax, al sito Affaritaliani.it, ha detto la sua: «Non è vero che dal prossimo anno la flat tax entrerà in vigore solo per le imprese, ma ci sarà anche per le famiglie. Poi tutto sarà a regime per il 2020. Si deve partire con degli step: il sistema è diverso perché la flat tax per le imprese c'è già e noi la estendiamo anche a società di persone, partite Iva, eccetera. È una riforma storica perché viene trasferito a 5 milioni di operatori quello che oggi vale solo per 800 mila imprese».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *