«Fli? Uno esce ma molti entrano»

Redazione
16/12/2010

Di solito si tradisce «per andare al governo, quelli di Futuro e Libertà hanno fatto il contrario». Dopo l’amara sconfitta sulla...

«Fli? Uno esce ma molti entrano»

Di solito si tradisce «per andare al governo, quelli di Futuro e Libertà hanno fatto il contrario». Dopo l’amara sconfitta sulla mozione di sfiducia, Gianfranco Fini ha parlato ai suoi. E nel discorso tenuto alla cena di Natale di Fli che si è svolta a Firenze il 16 dicembre, non ha nascosto il rammarico per l’operazione fallita: «È stata un’occasione perduta».
Ma la partita di Fli è appena cominciata. «Silvio Berlusconi è un grande seduttore, la carne è debole… ma ogni volta che esce qualcuno entrano tante persone che chiedono di respirare un po’ d’aria pulita dando tanto senza chiedere niente e scontando l’imparità di mezzi».
Il leader futurista ha poi attaccato nuovamente la politica economica del governo: «ma non dovevano abolire le Province? Non si può tagliare tutto indiscriminatamente e poi non fare i tagli necessari. Occorre un governo che non nasconda polvere sotto il tappeto», rivendicando la sconfitta politica sulla mozione di sfiducia, come l’inizio di una «fase nuova».
La mozione infatti «era finalizzata innanzitutto a rendere possibile un nuovo centro destra più rispettoso degli impegni presi. La mozione è stata battuta, ne prendiamo atto: ma solo chi non vuole vincere non mette in conto una battuta d’arresto».