Fmi, il Pil pro capite della Spagna ha sorpassato quello dell’Italia

19 Aprile 2018 15.41
Like me!

Gli spagnoli sono diventati più ricchi degli italiani. La notizia, lanciata dal Financial Times, è stata certificata dai dati del Fmi. Secondo il Fondo il prodotto interno lordo pro capite del paese iberico ha superato quello italiano nel 2017. Non bastasse questo, la previsione ha indicato che la Spagna diventerà più ricca del 7% nel corso dei prossimi cinque anni. Un dato non da poco se si pensa che nel 2008 Roma era 10 volte più ricca di Madrid.

NEL 2023 RISCHIO NUOVO SORPASSO. Entrambi i Paesi, nota ancora il quotidiano britannico, sono stati colpiti molto duramente dalla crisi economica dell'Eurozona. Ma tra i due la Spagna è quella che è riuscita a rialzarsi meglio con un tasso di crescita tra i più importanti nell'Unione. Il nostro Paese invece è rimasto indietro. Il sorpasso degli spagnoli potrebbe però non essere l'unica beffa. Secondo le stime del Fmi entro il 2023 potrebbero sorpassarci anche altri Paesi come Slovacchia e Repubblica Ceca.

Leggendo i dati si comprende anche che il sorpasso è dovuto soprattutto ai problemi dell'Italia che al progresso Spagnolo, più che altro perché quest'ultimo è iniziato in tempi relativamente recenti. Anche se Madrid sta crescendo a un ritmo superiore di Parigi, Berlino e Londra, il balzo relativo rispetto al 2008 è stato solo del 2%. Una ripresa complessiva sul lungo periodo tutto sommato debole, ma comunque migliore dell'Italia.

ECONOMIA SPAGNOLA SU DEL 35% IN 18 ANNI. Alla fine degli anni '90 l'intera economia il nostro Paese era due volte più grande rispetto a quella iberica mentre adesso la differenza è solo del 50% e nei prossimi cinque anni andrà ancora riducendosi. L'economista di Capital Economics Jack Allen ha detto al FT che la performance italiana «è stata povera dal 1999» e questo ha avuto come effetto una contrazione dell'espansione. Le grandi economie dell'Unione sono infatti aumentate del 25% e Madrid in 18 anni ha visto un boom del 35%.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *