Foggia, trovato cadavere senza testa

Redazione
24/12/2010

Strozzato e decapitato dalla catena di un cane rottweiler che gli si è stretta attorno al collo mentre l’uomo cercava...

Strozzato e decapitato dalla catena di un cane rottweiler che gli si è stretta attorno al collo mentre l’uomo cercava di legare l’animale: sarebbe morto così Ion Mema, di 52 anni, romeno, che da alcuni anni lavorava alle dipendenze dell’azienda agricola nei cui pressi è stato trovato il suo corpo. L’uomo aveva abitualmente il compito di accudire il cane. Secondo la ricostruzione fatta dagli investigatori in base anche alle osservazioni del medico legale, l’uomo sarebbe stato aggredito dall’animale che probabilmente lo ha fatto cadere mentre cercava di liberarsi. Il rottweiler ha poi strattonato con violenza la catena che si è stretta attorno al collo di Mema strozzandolo prima e decapitandolo poi. L’animale si è poi avventato sulla testa portandola a qualche centinaio di metri dal corpo.
Il cadavere dell’uomo con la testa mozzata era stato trovato la mattina del 24 dicembre nelle campagne di Foggia, in località Torretta nei pressi di Borgo Mezzanone. Più tardi, intorno alle 10, nella stessa zona era stata trovata anche la testa, nelle vicinanze dei terreni dell’azienda agricola Agnelli, presso la quale la vittima lavorava come operaio. Sul posto sono arrivati il pubblico ministero, il medico legale e gli uomini della squadra mobile e della scientifica della Questura di Foggia.