La Francia registra un record negativo di nascite dalla fine della Seconda Guerra Mondiale

Redazione
16/01/2024

La natalità risulta in calo del 6,6 per cento rispetto al 2023, con appena 678 mila nuovi bambini: il livello più basso dal 1946. Lo rileva l'Istituto nazionale di statistica francese.

La Francia registra un record negativo di nascite dalla fine della Seconda Guerra Mondiale

Sono meno di 700 mila i bambini nati in Francia nel corso del 2023, un record negativo di nascite dalla fine della Seconda Guerra Mondiale. Lo annuncia  l’Insee, l’Istituto nazionale di statistica della Francia.

LEGGI ANCHE: Chi è Gabriel Attal, il nuovo primo ministro francese

La Francia è stata per anni tra i primi Paesi Ue per le nascite

Secondo i dati presentati il 15 gennaio, al primo gennaio 2024 la Francia contava 68,4 milioni di abitanti, in aumento dello 0,3 per cento rispetto allo scorso anno. Quanto alla natalità, risulta in calo del 6,6 per cento rispetto al 2023, con appena 678 mila nascite nel 2023: il livello più basso dal 1946. Per anni Paese all’avanguardia europea per le nascite, la Francia sconta già da qualche tempo un marcato calo della natalità. Il fenomeno, tangibile malgrado i numerosi incentivi dello Stato per le famiglie e la natalità, colpisce tutte le regioni del paese. Già nel 2022 erano nati 726 mila bambini, il 2,2 per cento in meno rispetto al 2021, e il 13 per cento in meno rispetto al 2010, ultimo anno di forte natalità prima dell’inizio della curva discendente. Il crollo è di oltre il 20 per cento rispetto al 1971, anno in cui si segnò un picco di nascite dalla fine del secondo conflitto mondiale.

LEGGI ANCHE: Basta con le spinte alla natalità e col giovanilismo d’accatto, rivalutiamo il concetto di vecchiaia