In Francia i ristoranti chiedono di assumere i sans papier

In Francia i ristoranti chiedono di assumere i sans papier

06 Agosto 2018 10.46
Like me!

«Lasciateci assumere i sans papier». È il grido disperato dei ristoratori e albergatori francesi che lamentano 130 mila posti vacanti. Secondo Didier Chenet, il presidente di Gni l'associazione che li raggruppa, oggi si ha la tendenza a considerare questi lavori come l'ultima chance offerta a chi non ha studiato, quando invece il settore rappresenta «un vero ascensore sociale». Così si rivolgono al governo guidato dal premier Edouard Philippe affinché semplifichi le procedure per l'ottenimento del permesso di lavoro per i migranti irregolari. Secondo i dati del Gni, Groupement National des indépendants Hotellerie-restauration, sarebbero 130 mila i posti vacantinel settore chiave dell'economia transalpina. Secondo Le Parisien, trattative sono in corso tra governo e Gni per facilitare la loro regolarizzazione. In Francia, assumere un rifugiato o un richiedente asilo è possibile solo nove mesi dopo la sua richiesta di protezione. La situazione è più complicata per i cosiddetti migranti economici che, ovviamente, non sono autorizzati a lavorare senza permesso di soggiorno.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *