Fringe benefit: cosa sono, come funzionano e le novità nella Manovra 2024

Alberto Muraro
16/10/2023

Si tratta di compensi non monetari che consistono nella messa a disposizione di beni e/o servizi ai lavoratori. Sono esclusi dal concorso alla formazione del reddito se globalmente inferiori, di norma, a 258,23 euro. Ma, come per il 2023, il governo ha nuovamente alzato la cifra di detassazione.

Fringe benefit: cosa sono, come funzionano e le novità nella Manovra 2024

I fringe benefit, noti anche come benefici accessori o vantaggi extra-salariali, sono quei vantaggi offerti da un datore di lavoro ai dipendenti oltre al loro stipendio base o salario. Si tratta di compensi in forma non monetaria, che consistono nella messa a disposizione di beni e/o servizi con un forte impulso incentivante e fidelizzante, che possono assumere varie forme e su cui la manovra 2024 interviene con alcune novità, ecco quali.

Fringe benefit: cosa sono e come funzionano

L’importante agevolazione fiscale viene offerta alle famiglie italiane, da parte del datore di lavoro, per migliorare il loro potere d’acquisto. I fringe benefit sono esclusi dal concorso alla formazione del reddito del lavoratore se globalmente inferiori, nel periodo d’imposta, a 258,23 euro. Il decreto Lavoro (dl n. 48/2023, convertito in legge n. 85/2023) prevede che, per il solo anno 2023, il limite di esenzione generale venga innalzato a 3.000 euro annui per i beni ceduti. Entro tale limite rientrano anche le somme erogate o rimborsate ai lavoratori dai datori di lavoro per il pagamento delle utenze domestiche del servizio idrico integrato, dell’energia elettrica e del gas naturale. Tutti i dipendenti aziendali con figli fiscalmente a carico possono essere potenzialmente beneficiari della misura. Per farne richiesta sarà necessario rivolgersi al proprio datore di lavoro dichiarando il diritto a ricevere il beneficio indicando il codice fiscale dei figli fiscalmente a carico. 

Fringe benefit, le novità in manovra 2024: 2 mila euro per chi ha figli e 1.000 per gli altri 

Il ministro dell’Economia e Finanza Giancarlo Giorgetti ha annunciato che, tra le novità della manovra 2024, alcune riguarderanno proprio questi vantaggi: «Sui fringe benefit l’anno scorso siamo interventi in maniera significativa, quest’anno lo rendiamo strutturale con modifiche per il 2024. Portiamo il tetto a 2 mila euro per i lavoratori con figli e a 1.000 euro per tutti gli altri».