Frode nel bonus facciate, sequestrate Ferrari e Lamborghini

Redazione
27/11/2023

Le indagini hanno fatto emergere crediti indebitamente generati da una società edile e da chi la rappresenta legalmente. La sovrafatturazione ammonta a due milioni di euro.

Frode nel bonus facciate, sequestrate Ferrari e Lamborghini

Frode del bonus edilizia, anche detto bonus facciate, per comprare Ferrari e Lamborghini: scatta il sequestro. Gli indagati sono due, un 49enne di Legnano (Milano) e un 48enne residente a Uboldo (Varese). I finanzieri del comando provinciale di Varese e Milano hanno eseguito un decreto di sequestro emesso dal gip di Busto Arsizio, al termine di un’indagine che ha interessato un sistema di frodi nell’ambito del bonus facciate.

Riscontrata sovrafatturazione per due milioni di euro

Entrando più nel particolare, l’attività ha riguardato crediti indebitamente generati da una società edile e dal suo rappresentante legale con il sistema della sovrafatturazione per due milioni di euro. Gli investigatori hanno sequestrato 15 auto d’epoca e di lusso (Ducati, Honda, Vyrus e altre), 10 mila euro di quote della società e un orologio Rolex Yachtmaster in oro, trovato in una perquisizione, dal valore di circa 30 mila euro.

I sequestri delle auto di lusso

Alla società sono state sequestrate diverse auto di lusso: Lamborghini Huracan STO, Ferrari 812 Superfast, Ferrari 488, Ferrari FF, Ferrari F8 e una da pista chiamata Radical, usate sia dal rappresentante legale per fini personali sia per un business che gli indagati stavano ideando nel noleggio delle auto in cui versare il provento della frode.