Lucrezia Holly Paci

Come rimorchiare al FuoriSalone di Milano

Come rimorchiare al FuoriSalone di Milano

09 Aprile 2019 11.14
Like me!

Che bello quando il design unisce la gente! Che bello quando, anche se di arredamento & co. se ne sa poco e niente, si riesce comunque a far colpo grazie a una sola parola giusta. Il FuoriSalone è uno degli eventi più attesi di Milano e ritorna anche quest’anno, tra le classiche esposizioni in Fiera e gli eventi cool in Tortona e in giro per la città dove sorseggiare cocktail e attaccare bottone con chi capita. Ecco un vademecum per cuccare e divertirsi: dalla descrizione dei frequentatori tipici che si possono incontrare agli eventi fino agli escamotage per rompere il ghiaccio.

1. IDENTIFICARE SUBITO CHI HAI DAVANTI

Riuscire a identificare la tipologia di persona con cui ci si vuole relazionare è fondamentale. Occorre intuire, da come l’altro si veste e si atteggia, se siamo di fronte un esperto del settore, un giornalista freelance in cerca di ispirazioni per qualche rivista… o un improvvisato come te. Identificarlo sarà utile per impostare il livello di conversazione. Se non si riesce a dedurre che tipo di persona si ha davanti, piuttosto, domandateglielo: «Bonsoir! Esperto/a del settore?». Se è chiaro che si tratta di un architetto o designer professionista, meglio fare attenzione a quello che si dice per evitare gaffe. Buona norma è evitare di fare lo spaccone in campo d’arte. Meglio evidenziare da subito la propria ignoranza e approfittarne per chiedere simpaticamente delucidazioni fingendo interesse.

2. COME E QUANDO FINGERSI ESPERTI

Se invece è chiaro che chi ha attratto la nostra attenzione è un imbucato dell’ultimo momento esattamente come noi, allora è possibile sfoggiare tutta la finta sapienza di cui disponiamo senza rischiare figuracce. La cultura per attaccare bottone sarà utile. Ci si può atteggiare con nonchalance a intellettuale e, passando accanto alla preda, commentare qualche esposizione ad alta voce. Si può sempre chiedere un parere: «Non trova che questa esposizione/installazione risenta della scarsa illuminazione dello spazio? La luce è essenziale per esaltare il contenuto». A conversazione avviata, ci si può giocare la carta del drink per non risultare il noioso esperto di turno mostrando così il lato più divertente e sciallo.

3. NEL DUBBIO, BENVENGANO LE CITAZIONI

Nella caccia "fuorisalonica", meglio portare sempre con sé qualche citazione in caso di necessità. Possono essere d'aiuto per rompere il ghiaccio o per fare bella figura. Eccone già due brillanti che funzionano. «Chi non progetta accetta di essere progettato», del critico d’arte Carlo Argan. Da questa frase si può divagare sulla progettualità che ciascuno di noi ha nei confronti della vita. Chiedere a chi si ha di fronte che piani ha per il futuro e condividere i propri aiuta senza dubbio a entrare in una sfera personale e più intima. «Il contenuto viene prima del design. Il design senza contenuti non è design, è decorazione», del designer Jeffrey Zeldman. Pronunciare queste parole farà apparire una persona profonda, che non si ferma alle apparenze ma va oltre perché preferisce la sostanza alla forma. Non male come prima impressione da fare sull’altro, o no?

4. CONTROCORRENTE AL FUORI-SALMONE

Si vuole scatenare lo spirito più originale? Al FuoriSalmone ci saranno eventi di design controcorrente e sicuramente meno inflazionati. Qualsiasi cosa detta fuori luogo può essere supportata da un: «Sai io sono un po’ originale, un’eccezione. Come questo Salmone!». Il clima aiuta a essere più easy, spontaneo, sopra le righe. Ed è lecito dire addio alle strategie di conquista: basta gironzolare tra un’idea stravagante esposta e l’altra, dicendo alla persona che ci colpisce: «Ognuno di noi è un’opera d’arte. Tu in che opera ti identifichi tra queste?». E via libera alle danze e ai drink.

5. EXPRESS YOURSELF: LA REGOLA DI OGNI ARTISTA

Comunque vada, non va dimenticata la regola di ogni artista: Express yourself. Perciò, una volta attaccato bottone, via l'ansia da prestazione. Alla fine siamo tutti umani e reciprocamente abbordabili. Anche al FuoriSalone.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *