GdF sequestra 42 tonnellate di olio

Redazione
20/12/2010

Oltre 42 tonnellate di olio d’oliva ad alta acidità non ammesso alla vendita diretta e al consumo umano sono state...

GdF sequestra 42 tonnellate di olio

Oltre 42 tonnellate di olio d’oliva ad alta acidità non ammesso alla vendita diretta e al consumo umano sono state sequestrate dalla Guardia di Finanza di Taranto durante un controllo svolto, insieme all’Ispettorato centrale della tutela della qualità dei prodotti agroalimentari di Bari, in un frantoio di San Marzano di San Giuseppe (Taranto).
Sequestrata anche una tonnellata e mezzo di olio extravergine di oliva non giustificato, come l’altro, sul prescritto registro di carico e scarico, in violazione delle norme sulla tracciabilità dei prodotti oleari. Una parte dell’olio ad alta acidità, detto “lampante”, è stata scoperta nel serbatoio per la vinificazione in una cantina adiacente.
La legge vieta la detenzione di quantitativi rilevanti di oli non destinabili al consumo alimentari, che, ha spiega la GdF in una nota, potrebbero essere miscelati con oli a bassa acidità per aumentarne la resa.