Generale delle Pantere nere era talpa del Fbi

Redazione
22/08/2012

Richard Masato Aoki, considerato l’uomo che armò le Pantere nere, il movimento per i diritti delle minoranze razziali americane nato...

Generale delle Pantere nere era talpa del Fbi

Richard Masato Aoki, considerato l’uomo che armò le Pantere nere, il movimento per i diritti delle minoranze razziali americane nato negli Anni 60, era un informatore del Fbi. Lo ha rivelato lo scrittore americano Seth Rosenfeld in un libro uscito il 21 agosto negli Usa.
INFILTRATO  NEI MOVIMENTI DELLA SINISTRA. Un documento reso pubblico dal Fbi  ha svelato che Aoki venne infiltrato nei movimenti della sinistra radicale Usa sin dalla fine degli Anni 50. Da collezionista di armi, l’uomo passò un vero e proprio arsenale alle Pantere nere, armi con le quali il gruppo ingaggiò la sua prima vera sparatoria con la polizia, nel 1967 a Oakland.
Aoki, nato nel 1939 in California da genitori giapponesi, si è suicidato nel 2009. Da giovane aveva militato in diversi gruppi radicali statunitensi, fino all’ingresso nelle Pantere Nere, dove divenne ‘generale’. Era celebre per i suoi occhiali con lenti nere, che indossava sempre.
«UNA DELLE FONTI MIGLIORI». «Era il mio informatore, una delle migliori fonti che avessimo», ha raccontato Burney Threadgill jr., l’agente che lo aveva reclutato alla fine degli Anni 50, affermando che Aoki «non era interessato al comunismo e venne spinto a partecipare agli incontri della sinistra radicale».